rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
L'operazione europea

Lotta alla contraffazione, chiusa indagine europea: sequestrati oltre 16 milioni di falsi

In Italia è stato determinante l'impegno della guardia di finanza, le fiamme gialle hanno sequestrato oltre 1 milione e mezzo di articoli contraffatti

Tra dicembre 2020 e settembre 2022, con il supporto di Europol, è stata condotta una delle più grandi operazioni a livello europeo contro le contraffazioni, alla quale ha partecipato la guardia di finanza.

Come illustrato nell’allegato comunicato stampa del competente Ministero francese, l’operazione ha permesso complessivamente di sequestrare o bloccare 16,7 milioni di falsi, principalmente giocattoli.

In Italia, il Nucleo speciale beni e servizi, sotto l’egida del comando generale del corpo, dopo aver preso parte ai consessi internazionali, ha inoltrato apposite segnalazioni operative qualificate ai Reparti territoriali.

I prodotti segnalati erano riconducibili a noti marchi nel settore dei giocattoli, poi sequestrati, per 1,5 milioni di articoli, dalle fiamme gialle dei gruppi di Novara e Rieti e delle tenenze di Lendinara e Castel San Giovanni.

Si tratta di 600 riferimenti (in relazione a cartoni animati, manga, film e serie di supereroi, fantascienza, magia o fantasy eroico, giochi multiplayer online) dei franchise più famosi. Sebbene le tipologie di articoli in questione siano così varie da essere difficili da quantificare, i doganieri hanno sequestrato in particolare figurine, gioielli, tatuaggi, kit, palloncini, kit di compleanno, album.

La stragrande maggioranza di queste contraffazioni proveniva dalla Cina e veniva offerta in vendita da fornitori cinesi, la maggior parte senza esistenza legale. Più di quindici titolari dei diritti di proprietà intellettuale su questi franchise sono vittime di questo traffico, subendo danni finanziari e di immagine da queste copie illegali e spesso di scarsa qualità.

Altre vittime, le migliaia di acquirenti online il più delle volte ingannate dagli annunci che presentano questi prodotti come genuini quando sono copie, alcune delle quali pericolose per la loro salute e sicurezza o quella dei loro figli.

I ministri francesi Bruno Le Maire e Gabriel Attal hanno affermato: “Ci congratuliamo con la dogana francese e tutte le amministrazioni che vi hanno contribuito, per i risultati di questi 22 mesi di operazioni coordinate contro le contraffazioni vendute sui mercati europei rivolte ai giovani. Possono essere orgogliosi dei risultati eccezionali di questa mobilitazione, che continua e protegge il pubblico giovane dai pericoli legati a queste copie. Un duro colpo è stato inferto anche alle reti fraudolente che sono state private di decine di milioni di euro di profitti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alla contraffazione, chiusa indagine europea: sequestrati oltre 16 milioni di falsi

ReggioToday è in caricamento