Lunedì, 22 Luglio 2024
Riconoscimenti sportivi

L'Asi premia i dirigenti storici: riconoscimenti a tre reggini

Le benemerenze sono state consegnate nel corso del settimo Consiglio nazionale svoltosi nei giorni scorsi presso l’Empire Palace Hotel di Roma

Per la prima volta dal 1994, anno in cui è stato costituito l’Ente di promozione sportiva, sono stati assegnati 40 attestati ai dirigenti storici con almeno 20 anni di attività e, fra loro, ci sono tre importanti esponenti reggini. 

Le benemerenze 2023 sono state consegnate a Tino Scopelliti, vicepresidente nazionale dell’Ente, Antonino Girella, consigliere nazionale e Giuseppe Agliano, vicepresidente del Consiglio nazionale.

"Oggi abbiamo vissuto un passaggio importante per il consolidamento della nostra comunità. Un lavoro certosino quello del coordinatore Sante Zaza e di tutta la Commissione composta da Sandro Giorgi, Lucio Avvanzo, Gianmaria Italia, Chiara Minelli", ha dichiarato il presidente sen. Claudio Barbaro nel corso del suo intervento introduttivo.

I riconoscimenti sono stati consegnati nel corso del settimo Consiglio nazionale svoltosi nei giorni scorsi presso l’Empire Palace Hotel di Roma.

Scopelliti ed Agliano, sono in Asi fin dalla sua fondazione, provenienti dal glorioso Centro nazionale sportivo Fiamma. Nel corso dei primi anni hanno promosso, animato e strutturato l’Ente a Reggio ed in Calabria tanto da consentirgli oggi di essere un punto di riferimento molto importante per società, dirigenti, tecnici ed atleti che si affacciano alla pratica sportiva, con una classe dirigente giovane e preparata sparsa per tutto il territorio calabrese, guidata dal presidente regionale Giuseppe Melissi e dai presidenti provinciali Fabio Gatto (Reggio Calabria), Michele La Rocca (Vibo Valentia), Fernando Isabella (Catanzaro), Cataldo Maltese (Crotone), Francesco Bua (Cosenza), completata dai vibonesi Giuseppe Scianò, che ricopre l’importante carica di presidente del Consiglio nazionale e Vittorio Fanello, instancabile dirigente nazionale.

Questo riconoscimento, hanno dichiarato Scopelliti, Agliano e Girella, va diviso e condiviso con tutti i dirigenti calabresi che quotidianamente si impegnano, lavorano ed operano per l’affermazione e la crescita dell’Ente e con le migliaia di associati sul territorio che hanno scelto l’offerta di Asi quale migliore soluzione per la loro attività sportiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Asi premia i dirigenti storici: riconoscimenti a tre reggini
ReggioToday è in caricamento