rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
L'iniziativa / Ortì

Aspromarathon 2024: in azione anche il Soccorso alpino Calabria

Circa 500 i partecipanti complessivi, provenienti da tutta Italia. Il tracciato ha previsto la percorrenza di sentieri in boschi con tratti decisamente impegnativi ed esposti e tratti su strada asfaltata

Si è conclusa l’assistenza del Soccorso alpino e speleologico Calabria alla Aspromarathon, competizione di mountain bike, giunta alla sua ottava edizione, considerata una delle gare più affascinanti in Italia per gli scenari di inestimabile bellezza che lo Stretto di Messina e il Parco nazionale d’Aspromonte riescono a offrire ai suoi partecipanti. 

Per il secondo anno consecutivo, la gara si è avvalsa del servizio di assistenza del Cnsas Calabria al fine di garantire, in caso di incidente, il pronto intervento lungo il percorso. Tecnici e un infermiere appartenenti alla Stazione alpina Aspromonte, hanno presidiato una parte del tracciato, a circa 600 metri slm in direzione Ortì, frazione di Reggio Calabria, con i mezzi di soccorso e vigilato sui punti critici per la sicurezza dei partecipanti.

"Nel corso della gara - fa sapere il Soccorso alpino - non si è reso necessario alcun intervento dei nostri tecnici". 

Due le competizioni svolte: la Marathon da 67 chilometri con un dislivello positivo di 2.256 metri e un grado di difficoltà medio-alto; la Granfondo, da 44 chilometri con un dislivello positivo di 1280 metri e un grado medio di difficoltà. Circa 500 i partecipanti complessivi, provenienti da tutta Italia. Il tracciato ha previsto la percorrenza di sentieri in boschi con tratti decisamente impegnativi ed esposti e tratti su strada asfaltata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aspromarathon 2024: in azione anche il Soccorso alpino Calabria

ReggioToday è in caricamento