Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Via Giuseppe Melacrino, 21

Terapia intensiva al Gom, Macheda: “Tendenza in rialzo, solo soggetti non vaccinati”

L’intervista di ReggioToday al direttore del reparto di terapia intensiva e anestesia del Grande ospedale metropolitano. Attualmente sono sei i pazienti Covid ricoverati

“Rispetto alla settimana scorsa c’è un aumento costante. Sono sei pazienti, prima si arrivava massimo a tre, adesso l’oscillazione è di quattro/sei. La tendenza è in rialzo e può essere un problema perché, se aumenteranno ancora, dedicheremo la terapia intensiva solo al Covid." A spiegarlo è il dottor Nuccio Macheda raggiunto dai nostri microfoni per far luce sull’evoluzione della situazione pandemica in città.

L’aumento degli ingressi in terapia intensiva è un “dato – aggiunge il dottor Macheda (nella foto in basso) - che stiamo registrando quasi costante e progressivamente. Sono tutti pazienti senza vaccino, tranne uno che per problemi di salute suoi (trapianto renale) prende dei farmaci che rendono il vaccino stesso inefficace ed è come se non fosse vaccinato. 

nuccio macheda-2

L’età media dei ricoverati – spiega - è scesa, attualmente è intorno ai sessantanni. Nelle prime fasi e nella seconda ondata c’erano persone di età avanzata, ora loro sono quasi tutti vaccinati. I dati corrispondono a quanto detto a livello nazionale. Il concetto ruota sulla resistenza al vaccino. A volte quando parlano gli esperti e le figure competenti sembra quasi che non parli nessuno. Ciò che non si può controbattere è che da quando esiste il vaccino noi in terapia intensiva abbiamo ricoverato solo soggetti non vaccinati.”

Il direttore del reparto di terapia intensiva e anestesia del Grande ospedale metropolitano – costantemente in prima linea per combattere efficacemente la battaglia della pandemia – ha sottolineato proprio l’importanza della vaccinazione. In particolare, il dottore si rivolge a tutti coloro che per paura non decidono di compiere l’importante passo: “Ci possono essere degli effetti collaterali, è vero. L’Aifa ha fatto un discorso molto chiaro. Pare che in Italia il numero correlato con la morte dei vaccinati sia stato di numero di sette persone. Capisco che si tratta di una cosa terribile, ma se andiamo a vedere i rischi/benefici onestamente se noi consideriamo i farmaci che prendiamo ogni giorno è molto peggio. Nella maggior parte di casi sono effetti banali. Fa parte del gioco purtroppo, abbiamo vaccinato milioni di persone. Noi vacciniamo in ospedale le persone più a rischio, ma non abbiamo avuto problemi. Tranne qualche abbassamento di pressione o simili, non sono state registrate complicazioni". 

"Come con qualsiasi altra terapia o farmaco – ribadisce in chiusura il dottor Macheda – ci sono degli effetti collaterali, però per rischio/beneficio non c’è paragone. Noi vediamo quelli che muoiono di Covid in terapia intensiva ed è straziante. Se uno si attiene ai dati attuali che vengono da fonti ufficiali, francamente non c’è motivo per non vaccinarci.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terapia intensiva al Gom, Macheda: “Tendenza in rialzo, solo soggetti non vaccinati”

ReggioToday è in caricamento