Cronaca Centro / Via Diana

Autismo, Scaffidi: "Stiamo lavorando su un passato che non è molto chiaro"

Il commissario dell'Asp ha ricevuto questa mattina nella sede dell'Asp una delegazione di mamme dell'associazione Il volo delle farfalle che evidenziano i mancati rimborsi per le spese mediche dei figli

Gianluigi Scaffidi (foto archivio)

"Stiamo lavorando su un passato che non è molto chiaro. Ho trovato dei problemi di natura amministrativa che non rendono chiaro il quadro sul da farsi. C'è molta disponibilità nelle famiglie e abbiamo preso un accordo che, per quanto mi riguarda, cercherà di chiarire e portare a norma una situazione che scaturisce da una sentenza giudiziaria ma che poi, chi mi ha preceduto, non ha tradotto in termini molto corretti dal punto di vista amministrativo. E questo è già un primo problema". 

Lo ha affermato all'agenzia Dire il commissario dell'Asp di Reggio Calabria, Gianluigi Scaffidi, al termine dell'incontro con una delegazione di mamme dell'associazione Il volo delle farfalle che si occupa di autismo e che evidenziano i mancati rimborsi per le spese mediche dei figli.

"Probabilmente - ha aggiunto - ci sarà bisogno del supporto del commissario regionale ad acta alla Sanità per dirimere la questione e mi sono fatto carico di andare insieme alle famiglie per parlarci ed esporre la questione. Nel frattempo l'Asp avvierà una serie di iniziative tese a recuperare, attraverso un bando, personale che possa applicare il metodo Aba all'interno delle strutture dell'Asp o a chiedere a strutture già accreditate, ed in grado di poter lavorare, se intendono ospitare anche chi puo' fare queste terapie nelle loro strutture.

Questo è un modo per uscirne bene, per dire una parola definitiva - ha concluso Scaffidi - e per chiudere questo problema che ha molte pecche amministrative, che sono chiamato a gestire, ma che si poteva chiudere prima".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autismo, Scaffidi: "Stiamo lavorando su un passato che non è molto chiaro"

ReggioToday è in caricamento