Giovedì, 18 Luglio 2024
L'ordinanza del gip / Gioia Tauro

Autorità portuale di Gioia Tauro, archiviate le accuse di mendacio per 4 persone

Si conclude la vicende originata da una denuncia penale di un dipendente contro dirigenti e impiegati dell'ente

Sono state definitivamente archiviate le accuse di mendacio a carico di quattro fra dirigenti e impiegati della Autorità di sistema portuale dei mari Tirreno meridionale e Ionio. Dopo la camera di consiglio presso il tribunale di Palmi, adesso si è espresso in tal senso il gip del tribunale, Federica Giovinazzo, con ordinanza del 15 aprile scorso, in merito alla denuncia penale avanzata nei confronti dei quattro soggetti da un dipendente dell’ente, all’epoca responsabile della trasparenza e della anticorruzione.

La denuncia interna originava dalla doverosa presentazione da parte dei componenti, anche interni, delle commissioni giudicatrici di 13 pubblici concorsi organizzati dall’ente di autodichiarazioni attestanti l’inesistenza di condanne penali per reati contro la pubblica amministrazione, che avrebbero chiaramente determinato l’esclusione dalle commissioni di valutazione. La denuncia interna asseriva che quattro di quelle autodichiarazioni fossero mendaci, coinvolgendo ail direttore del personale ed il segretario generale dell’epoca, per omissione di controllo sulle procedure attivate dall’ente.

A seguito della denuncia su alcuni media era stata messa pesantemente in dubbio la trasparenza dell’ente e la stessa legittimità delle commissioni giudicatrici ed era intervenuta l'Anac che aveva chiesto all’ente una relazione sui fatti.

Agostinelli: "Mai dubbi sulla legittimità delle procedure del mio personale"

Dopo mesi di indagini approfondite, la procura della repubblica presso il tribunale di Palmi ha chiesto l'archiviazione della denuncia per la totale assenza del substrato materiale della fattispecie incriminatrice, e la successiva opposizione del denunciante è stata dichiarata addirittura inammissibile dal gio del Tribunale.

Un'ordinanza accolta con soddisfazione del presidente dell'autorità di sistema portuale, Andrea Agostinelli, il quale ha dichiarato: "Non ho mai avuto il minimo dubbio sulla perfetta trasparenza ed ossequio alla legge delle procedure amministrative attivate dal mio personale, nonché della rettitudine assoluta dei dipendenti, tra l’altro in una materia delicata quale la assunzione del personale attraverso pubblici concorsi, quasi
tutti presieduti da insigni rappresentanti dell'avvocatura distrettuale di Catanzaro. Le denunce strumentali dei 'paladini della legalità' - ha aggiunto - hanno ricevuto risposte inequivocabili da parte della magistratura inquirente e dal tribunale di Palmi".

Il benvenuto ai nuovi assunti dell'autorità nella sede di Gioia Tauro

Il presidente dell’ente ha oggi accolto i neoassunti nella sede di Gioia Tauro, nel corso di un incontro che segue quelli nelle sedi periferiche di Vibo, Corigliano e Crotone, sempre per lo stesso motivo.

Entrano nel nuovo personale di Gioia Tauro: Lucio D’Amore; Lorena Tedesco; Saverio Verduci; Erika Brivitello; Lavinia Strangi; Giovanna Legato; Andrea Vallone; Michele Ditto; Biondino Mercuri; Giusy Rubino; Luca Spinelli; Antonino Varone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autorità portuale di Gioia Tauro, archiviate le accuse di mendacio per 4 persone
ReggioToday è in caricamento