rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
La protesta

Gli avvocati si fermano per due giorni, ecco le motivazioni

Il 14 e 15 luglio proclamata l'astensione dalle udienze, il presidente della camera penale reggina auspica un maggiore confronto

Gli avvocati reggini si preparano allo sciopero. Il 14 e il 15 luglio, infatti, sono stati proclamati due giorni di astensione dalle udienze e, in relazione a questa scelta, la camera penale di Reggio Calabria ha inteso richiamare le ragioni che stanno alla base di questa protesta.

E’ il presidente Pasquale Foti, con una nota diffusa agli organi di stampa, a spiegare le motivazioni dell’astensione. “La finalità dell’astensione - scrive Foti - è quella di creare un momento di riflessione e di stimolo ad un confronto fecondo e costruttivo tra tutti gli attori della giurisdizione”.

Anche per questo, nella giornata del 14 luglio a Lamezia Terme presso la sala congressi Prunia, si terrà un incontro dibattito per alimentare il confronto.

Proprio dal confronto, come spiega il presidente della camera penale di Reggio Calabria, si è giunti alla redazione di un protocollo dell’udienza penale che, a breve, sarà approvato e pubblicato.

Al centro del documento la gestione delle problematiche connesse al processo di esecuzione e al trattamento dei detenuti e per la risoluzione dell’atavica carenza di organico nelle funzioni giudicanti.

“Forte è l’auspicio - conclude Pasquale Foti - che la vocazione al dialogo possa condurre alla risoluzione delle problematiche evidenziate nel documento del coordinamento delle camere penali calabresi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli avvocati si fermano per due giorni, ecco le motivazioni

ReggioToday è in caricamento