Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Crac Multiservizi, revocati gli arresti domiciliari a quattro imprenditori

A revocare gli arresti il Tribunale del Riesame. I quattro erano finiti in manette nell'inchiesta Mala Gestio, coordinata dalla Dda e condotta dalla guardia di finanza

Revocati gli arresti domiciliari a Michelangelo Tibaldi, Michele Tibaldi, Pietro Cozzupoli e Lauro Mamone (difeso dall'avvocato Basilio Pitasi). Lo ha deciso il Tribunale del Riesame di Reggio Calabria.

Per Michelangelo e Michele Tibaldi (padre e figlio), difesi dagli avvocati Ivan Marrapodi, Francesco Albanese, e Aldo Labate, e Pietro Cozzupoli, difeso dal legale Gaetano Morisani, è stata disposta l'interdizione dell’esercizio dell’attività imprenditoriale..

I dettagli dell'inchiesta

I quattro professionisti, tornati in libertà, erano finiti in manette con l'accusa di bancarotta fraudolenta nell'ambito dell'operazione Mala Gestio, coordinata dalla Dda e condotta dai finanzieri del Comando provinciale di Reggio, che ha portato all'arresto di otto imprenditori che ricoprivano incarichi nelle società Multiservizi, partecipata dal Comune, e Gst, fallite nel 2014 e nel 2015.

Tra gli indagati a piede libero, l'ex sindaco Giuseppe Scopelliti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crac Multiservizi, revocati gli arresti domiciliari a quattro imprenditori

ReggioToday è in caricamento