rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Il percorso

Un Barbablù contemporaneo al laboratorio teatrale alla De Gasperi

L'iniziativa promossa de Balenando Festival. L’obiettivo è stato quello di guidare le nuove generazioni nel mondo dei diritti e della libertà

Si è concluso con l’entusiasmo di bambine e bambini della scuola De Gasperi, "Barbablù", il laboratorio che, tramite la fiaba di Charles Perrault e la magia del teatro, ha intrapreso un percorso per educare alla non violenza fin dalla prima età, affrontando con allieve e allievi il tema del sopruso. L’obiettivo è stato quello di guidare le nuove generazioni nel mondo dei diritti e della libertà tramite una narrazione dai risvolti terribili e purtroppo sempre attuali.

Sorprendenti, ma soprattutto confortanti le risposte che sono emerse dal percorso formativo avviato nel mese di maggio e costituito da quattro appuntamenti infrasettimanali a cura di Katia Colica, drammaturga scrittrice e performer che ha proposto una iniziale rielaborazione della storia in forma contemporanea.

I personaggi emersi sono stati elaborati da parte del giovanissimo gruppo, in un approccio odierno e giocoso: un ricco cinquantenne, affascinante e dalle mille ombre, manipola la giovane Charlotte in un suo momento di fragilità emotiva. Ciononostante la protagonista si accorge immediatamente del prepotenza e grazie a una famiglia presente e a delle amiche lungimiranti sposta la narrazione verso un atteso lieto fine.

Un percorso che rientra all’interno delle attività della sesta edizione di Balenando in Burrasca Festival – Le Miti, un progetto sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese e realizzato dall’associazione Adexo Aps.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Barbablù contemporaneo al laboratorio teatrale alla De Gasperi

ReggioToday è in caricamento