Scoperto centro scommesse clandestino, scattano due denunce e pesanti sanzioni

I carabinieri di Bianco hanno intensificato i controlli, dentro un punto ricariche nei pressi di un distributore di benzina si giocava senza le relative autorizzazioni

Il materiale sequestrato dai Carabinieri

I carabinieri della Compagnia di Bianco hanno controllato, insieme a personale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, alcuni centri scommesse. Uno di questi, a Bianco, non era in possesso delle autorizzazioni previste. Sequestrati due videoterminali utilizzati per il gioco online, multe per 10.000 euro.

I fatti

Sabato scorso i carabinieri della Compagnia di Bianco hanno effettuato dei controlli per verificare il rispetto delle norme in materia di giochi. I militari si sono concentrati sul Comune di Bianco, e hanno approfondito la situazione di un punto ricariche nei pressi di un distributore di benzina. All’interno, in particolare, gli uomini dell'Arma hanno scoperto un vero e proprio centro scommesse clandestino: il titolare, infatti, non era in possesso delle autorizzazioni previste dal Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza in materia di giochi.

I militari della stazione di Bianco, inoltre, hanno trovato due postazioni con altrettanti pc connessi ad internet. Scorrendo la cronologia, hanno poi scoperto che erano stati utilizzati, senza alcuna autorizzazione, per accedere ad alcuni siti di giochi/scommesse online.

Gli apparecchi sono stati quindi sequestrati e affidati all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per la Calabria, per i successivi accertamenti. Il titolare del centro scommesse è stato denunciato per il reato di “esercizio abusivo di attività di gioco o di scommesse” e, qualora non fornirà giustificazioni plausibili, dovrà pagare una sanzione amministrativa dai 5 ai 50mila euro.

A riprova di quanto accertato, al momento del controllo i militari dell’Arma hanno sorpreso all’interno del centro scommesse clandestino un uomo che, oltre a riscuotere una vincita per una scommessa precedentemente giocata, stava anche pianificando nuove scommesse per il fine settimana. Anche lui, come il titolare, è stato denunciato, e dovrà rispondere di partecipazione nel reato di “esercizio abusivo di attività di gioco o di scommesse”.  

Non è il primo controllo dei carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria, guidato dal colonnello Marco Guerrini, nel settore dei giochi e delle scommesse. Sempre a Bianco, nel febbraio di quest’anno, la stazione carabinieri del posto ha elevato 125.000 euro di sanzioni al titolare di un centro scommesse, per irregolarità nella gestione.

L’obiettivo, fanno sapere dalla Compagnia di Bianco, è contrastare il fenomeno delle scommesse illegali, anche da parte dei minorenni, nonché l’abuso della pratica dei giochi e delle scommesse, che a volte porta a veri e propri casi di ludopatia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guido Longo verso la Calabria, primo obiettivo: riaprire gli ospedali chiusi

  • Il Tar Calabria boccia la scelta di Spirlì, per i giudici amministrativi si può tornare in classe

  • Lavori sulla linea ferroviaria jonica, operaio muore nei pressi della stazione di Condofuri

  • Reggio e la Calabria in zona arancione da domenica 29 novembre: ecco cosa cambia

  • Ospedali e Covid, l'allarme di Amodeo: "Asp reggina impermeabile a ogni proposta"

  • Maltempo, il vento soffia su Reggio: albero si abbatte nel parcheggio del Cedir

Torna su
ReggioToday è in caricamento