menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Controlli dei carabinieri

Controlli dei carabinieri

Controlli anti Covid, beccati in giro oltre l'orario e senza motivo: fioccano le multe

In questo fine settimana i carabinieri hanno controllato 75 persone, tra i centri abitati di Africo, Bianco e San Luca, numerosi circoli privati, sale scommesse e bar ed elevate 8 sanzioni amministrative

Continuano senza sosta le attività anti Covid dei carabinieri sul territorio metropolitano. A Bianco, gli uomini dell'Arma, in questo fine settimana, hanno effettuato controlli a tappeto su circoli, bar e luoghi di ritrovo. Durante i servizi, svolti soprattutto in orario notturno, sono state controllate 75 persone tra i centri abitati di Africo, Bianco e San Luca, numerosi circoli privati, sale scommesse e bar ed elevate 8 sanzioni amministrative ad altrettanti ragazzi in giro oltre l’orario previsto, senza
giustificato motivo.

"Nonostante la zona gialla, le misure di contenimento del contagio da Covid devono essere rispettate, senza abbassare la guardia contro un nemico subdolo e silenzioso". È questo, in sintesi, il messaggio della compagnia carabinieri di Bianco, nel contesto dei controlli espletati: l’obiettivo è sensibilizzare la popolazione a continuare ad adottare tutte le precauzioni previste; non sono poche, infatti, le persone che, incrociando per strada i militari dell’Arma, sostengono di non essere preoccupati dal virus perché si tratta di una semplice influenza.

Numerosi sono stati, quindi, i controlli soprattutto sui comuni di Africo e Bianco, dove i carabinieri hanno riscontrato la corretta chiusura di circoli privati e bar, secondo le norme in vigore. A Bianco, però, sei ragazzi sono stati beccati, nella tarda serata di venerdì, davanti al comune senza giustificato motivo: inevitabile la sanzione a tutti i componenti del gruppo. Stessa sorte per due giovani di Africo, sorpresi sul lungomare a passeggiare a mezzanotte.

Non è la prima volta che i militari dell’Arma accertano il mancato rispetto delle norme anti Covid da parte dei più giovani. A San Luca, la scorsa settimana, in piena zona rossa, quattro ragazzi tra i 18 e 20 anni sono stati sorpresi a mezzanotte in piazza Dante a scherzare tra loro tranquillamente, come se nulla fosse e incuranti delle prescrizioni. Anche i quattro, in quel caso, sono stati sanzionati.

"Per fortuna – spiega il capitano Garrì, comandante della compagnia carabinieri di Bianco – i comportamenti non in linea con le norme anti Covid-19 sono l’eccezione. Nei Comuni di Africo, Bianco e San Luca, dove il numero di contagi è stato significativo, la maggior parte della gente ha compreso la reale minaccia del virus e le conseguenze dirette sulla vita sociale di ogni cittadino. L’Arma dei carabinieri è sempre al fianco della popolazione, soprattutto in questo momento di grande difficoltà. Con umanità, sempre nel rispetto delle regole, per il bene di tutti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento