rotate-mobile
L'attività di controllo / Gioia Tauro

Biciclette per bambini spacciate per "attrezzi", scatta il sequestro delle Dogane

Il controllo di un container proveniente dalla Cina ha portato alla scoperta, sulle bici marchi di personaggi dei cartoons privi di autorizzazione da parte dei relativi titolari

Bici 2-2Non si arresta il lavoro dei funzionari dell’Agenzia delle dogane e monopoli in servizio presso l’ufficio di Gioia Tauro che, anche nel periodo delle festività natalizie, hanno concluso un’importante operazione di contrasto agli illeciti doganali sottoponendo a sequestro un’ingente partita di biciclette per bambini con marchi contraffatti.

Attraverso una mirata attività di analisi delle spedizioni in arrivo a Gioia Tauro, basata su incroci documentali di centinaia di containers provenienti soprattutto dai paesi del Sol levante, è stata selezionata per il controllo una partita di merci dichiarate, genericamente, “attrezzi” (nella foto una delle bici sequestrate).

A seguito delle attività ispettive, è stato accertato che in realtà si trattava di biciclette per bambini che recavano, impressi sui telai, marchi di personaggi dei cartoons privi di autorizzazione da parte dei relativi titolari, in violazione delle norme in materia di proprietà industriale (contraffazione).

Ancora una volta si rivela fondamentale il ruolo dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli nella tutela delle imprese e, in questa occasione, dei piccoli consumatori (i bambini) indotti ad acquistare, con l’inganno, prodotti illeciti e, in molti casi, anche potenzialmente pericolosi perché privi di idonee garanzie di sicurezza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biciclette per bambini spacciate per "attrezzi", scatta il sequestro delle Dogane

ReggioToday è in caricamento