rotate-mobile
Il report

Consuntivo positivo per la Ferroviaria: undici arresti in dodici mesi

Gli agenti del compartimento regionale nel 2022 hanno messo in campo 8701 pattuglie di cui 1382 quelle a bordo dei treni

Il compartimento di polizia ferroviaria della Calabria, guidato da Aurelio Montaruli, nel corso del 2022 ha messo in campo 8701 pattuglie di cui 1382 quelle a bordo dei treni. Numerosi i servizi antidroga ed anti borseggio che sono stati portati a compimento dagli agenti del compartimento regionale che ha sede a Reggio Calabria.

L’attività svolta ha portato all’arresto di 11 persone, mentre 59 sono state indagate, con un incremento del 44% rispetto all’anno precedente. Incrementate anche le sanzioni amministrative, che sono state 178  e 2218  i  veicoli controllati e 16 le misure di prevenzione e sicurezza proposte.

Complessivamente, nel corso del  2022, sono state  100.119  le persone identificate di cui più di un ottavo con precedenti penali o di polizia, con  un incremento rispetto al 2021 rispettivamente del 20%  e del 10 %.

I servizi antidroga, effettuati anche con l’ausilio di unità cinofile, hanno consentito il sequestro di 307 grammi di sostanza stupefacente, mentre la costante presenza degli operatori negli scali ferroviari di pertinenza e sui treni scortati ha portato al rintraccio  di 9  minori.

L’attività di prevenzione eseguita in tutto il 2022 è stata intensificata con le giornate straordinarie di controllo organizzate su tutto il territorio nazionale, in particolare con l’operazione “Stazioni sicure”, finalizzata al contrasto delle attività illecite che maggiormente si verificano in ambito ferroviario.

Si aggiungono le operazioni: “Rail safe day”, finalizzata a prevenire comportamenti impropri o anomali, “Oro rosso”, per il contrasto dei furti di rame  e l’“Action week merci pericolose”, finalizzata  al potenziamento dei controlli di sicurezza nel trasporto in ambito ferroviario di merci pericolose.  In ambito internazionale il Compartimento di Polizia Ferroviaria ha partecipato alle 4 “Rail action day” e alle 2 “Action week”, organizzate per prevenire possibili azioni terroristiche o eversive  dall’Associazione fra le polizie ferroviarie e dei trasporti dell’area europea.

La polizia ferroviaria è da tempo impegnata nelle scuole con mirate campagne di educazione alla legalità, in particolare con il progetto “Train…to be cool”, per promuovere tra gli adolescenti la cultura della sicurezza in ambito ferroviario, a causa dei diversi episodi di giochi e sfide tra i ragazzi sui binari che avrebbero potuto avere conseguenze tragiche. Nel corso dell’anno scolastico sono stati coinvolti negli incontri migliaia di studenti calabresi delle scuole medie e superiori.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consuntivo positivo per la Ferroviaria: undici arresti in dodici mesi

ReggioToday è in caricamento