rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca Pellaro / Bocale

Latitante riconosciuto da un carabiniere fuori servizio: arrestato dopo un inseguimento

Amal Youssef, 31 enne, di nazionalità marocchina, dopo le formalità di rito è stato tradotto nella casa circondariale di Arghillà

Era ricercato dal maggio del 2012 perchè doveva espiare un pena residua di cinque anni di reclusione per rapina in concorso e lesioni personali aggravate. Amal Youssef, marocchino 31enne, senza fissa dimora, è stato arrestato dai carabinieri dopo un inseguimento nella zona sud della città.

L’uomo è stato riconosciuto da un carabiniere, libero dal servizio, che dopo averlo avvistato in via Nazionale S. Leo, frazione di Pellaro, ha avvisato prima i colleghi della sezione e poi lo ha inseguito fino a Bocale. I carabinieri hanno fatto irruzione in un appartamento e l'uomo alla vista degli uomini dell'Arma ha tentato la fuga, scappando da una finestra, ma è stato acciuffato e arrestato.

Il ricercato era in casa insieme a tre cittadini marocchini, di 43, 35 e 19 anni, che sono stati  deunciati in stato di libertà per procurata inosservanza di pena, considerata la loro reticenza con i carabinieri, ai quali hanno negato di aver visto il ricercato. Amal Youssef dopo le formalità di rito è stato tradotto nella casa circondariale di Arghillà, come disposto dall' autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latitante riconosciuto da un carabiniere fuori servizio: arrestato dopo un inseguimento

ReggioToday è in caricamento