Cronaca

Edilizia, firmato alla Camera di commercio il protocollo a sostegno del settore

Città metropolitana e Comune di Reggio Calabria al fianco dei costruttori. Falcomatà: "Strumento importante per un settore strategico"

È stato presentato e sottoscritto nella sede della Camera di Commercio di Reggio Calabria, il protocollo di collaborazione operativa finalizzato a sostenere e promuovere in ambito locale l'utilizzo del sistema di incentivi fiscali nazionali per la riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente, le ristrutturazioni edilizie, il risparmio energetico ed il miglioramento sismico degli edifici (bonus edilizia, ecobonus, sisma bonus ed il super bonus al 110%).

Il documento, promosso dallo stesso Ente camerale reggino, è stato siglato dalla Regione Calabria-assessorato infrastrutture, lavori pubblici, mobilità, dalla Città metropolitana e dal Comune di Reggio Calabria, dalle associazioni dei Comuni “Area grecanica”, “Area della Locride”, “Area della Piana Città degli Ulivi”, “Area dello Stretto”, dagli Ordini provinciali degli ingegneri, architetti, pianificatori, paesaggisti, conservatori, geometri, commercialisti ed esperti contabili, dalle associazioni di categoria Confindustria, Ance, Confcommercio, Confartigianato Imprese Calabria, CNA Reggio Calabria, ASCOA, Casartigiani Reggio Calabria e UNCI Federazione regionale Calabria.

"Questo strumento è pienamente in linea con l’indirizzo politico che la nostra amministrazione ha fatto proprio”, ha detto il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà. “Stiamo vivendo una fase storica irripetibile, - ha poi aggiunto il primo cittadino - e tutti dobbiamo fare la nostra parte.

In questa direzione è molto importante che la città, in tutte sue articolazioni, inizi a programmare e definire la fase di ripartenza in modo concertato e condiviso. In questo contesto, ad esempio, è nato il bando di sostegno alle imprese che il Comune ha lanciato qualche giorno fa o la stessa cabina di regia, in sede di Città metropolitana, nata per monitorare e indirizzare le scelte sul Recovery Fund e come luogo di confronto su tutto il quadro delle
opportunità che interessano il territorio.

Con lo stesso spirito – ha evidenziato il sindaco Falcomatà – il Comune e la Città Metropolitana hanno da subito sposato e sostenuto con grande convinzione l’iniziativa della Camera di Commercio che oggi lancia uno strumento operativo di grande rilievo per il comparto delle costruzioni. Ed è bello poter registrare la piena partecipazione a questo tipo di processi di tutti gli attori istituzionali, dalla Regione, alle associazioni di categoria, agli ordini professionali. L'ennesima dimostrazione – ha poi concluso il sindaco di Reggio Calabria - di come questa fase importante, di transizione da un lato ma per altro verso anche di grande prospettiva, ci debba vedere tutti insieme dalla stessa parte. Politica, istituzioni e territorio, per dialogare e trovare una linea comune sugli indirizzi e le scelte strategiche con le quali dobbiamo rimettere in moto la città e il territorio metropolitano, nel segno di un sano protagonismo e della responsabilità”.

protocollo ecobonus-2

Nelle varie occasioni di incontro, ascolto e confronto con le rappresentanze delle imprese e del territorio – ha dichiarato il presidente della Camera di commercio Antonino Tramontana – è emerso con evidenza come i bonus edilizi possano rappresentare una linea strategica in grado di generare sviluppo, di incidere positivamente su alcuni importanti asset quali l’ambiente, l’urbanistica e la sicurezza del territorio, nonché di agire come leva per la ripresa di settori e filiere fondamentali per la nostra economia come quella delle costruzioni. Ma con altrettanta evidenza sono state rilevate alcune criticità in grado di rallentare e in alcuni casi anche ostacolare l’utilizzo dei bonus. Ci siamo, quindi, fatti parte attiva per promuovere un’iniziativa sinergica da parte di tutti i soggetti interessati, sia di parte pubblica che privata, ma anche di imprimere un’accelerazione al processo, perché i tempi concessi per l’utilizzo dei bonus sono limitati".

Il tavolo di coordinamento permanente

"Il modello operativo individuato ed attivato tramite il protocollo, prevede un tavolo di coordinamento permanente snello e semplificato partecipato dai referenti di tutti i soggetti firmatari, nonché di ulteriori soggetti portatori di competenze e know-how specifici, per il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • individuare processi amministrativi condivisi ed omogenei su tutto il territorio della Città Metropolitana, anche attraverso la definizione e pubblicazione di specifiche informazioni e linee di indirizzo, realizzate in funzione delle problematiche maggiormente ricorrenti;
  • definire, all’interno delle strutture dei soggetti pubblici coinvolti, possibili modelli organizzativi, anche mediante sportelli dedicati localizzati nelle diverse aree territoriali, atti a semplificare e velocizzare i processi informativi e autorizzativi;
  • perseguire, nei limiti delle rispettive competenze, processi di integrazione delle informazioni contenute nelle rispettive banche dati ed archivi amministrativi e tecnici, al fine di contribuire a elevare la completezza, affidabilità e tempestività degli strumenti conoscitivi e a offrire un quadro di riferimento più efficace per favorire la realizzazione degli interventi a sostegno dell’economia del territorio metropolitano;
  • attivare opportunità di informazione e formazione, in collaborazione con Ordini professionali e associazioni imprenditoriali, per gli operatori delle imprese e per le figure tecnico-specialistiche".

"Continua il percorso e la sinergia con tutti i soggetti istituzionali e le organizzazioni territoriali su temi strategici”, ha infine evidenziato l’assessora comunale alla pianificazione territoriale e urbana sostenibile e programmazione progetti strategici – edilizia, Mariangela Cama. “Il super bonus e i benefici fiscali ad esso collegati rientrano tra questi e l'amministrazione, nella duplice veste comunale e metropolitana, ha inteso condividere con grande disponibilità questo percorso lanciato dalla Camera di Commercio.

È un tema complesso è va sottolineato l'impegno dell'Ente camerale per un metodo di lavoro condiviso e partecipato. Metodo che come amministrazione stiamo adottando sin dall'inizio del nostro mandato e che riteniamo essere la modalità operativa migliore per superare insieme questa fase di crisi e proporci con maggiore slancio e prospettiva nell'orizzonte post Covid".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia, firmato alla Camera di commercio il protocollo a sostegno del settore

ReggioToday è in caricamento