rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Borsino Rifiuti, è partita per le aziende la raccolta urbana

Nell'ambito del progetto "Reggio Pulita", realizzato in collaborazione con Confesercenti , Città metropolitana, sta svolgendo da quasi un mese il servizio

Mentre l'avviamento del servizio di raccolta comunale dei rifiuti è in attesa della sentenza del Tar, il primo player nazionale Borsino Rifiuti, insieme al network di gestori ambientali (trasportatori ed impianti di trattamento) che operano sotto il suo marchio, avviano proprio a Reggio Calabria il primo servizio in Italia per la raccolta organizzata e calendarizzata dei rifiuti urbani, che vede come clienti le utenze non domestiche (bar, alberghi, ristoranti, uffici e piccoli supermercati).

Nell'ambito del progetto "Reggio Pulita", realizzato in collaborazione con Confesercenti - Città metropolitana di Reggio Calabria, Borsino Rifiuti sta svolgendo da quasi un mese per le aziende la raccolta dei rifiuti urbani, quali imballaggi di carta, cartone, vetro, plastiche e, dopo il primo anno di servizio, anche di umido ed indifferenziato.

Questo è stato possibile grazie al supporto finanziario dei quasi 300 soci investitori di Borsino Rifiuti, diffusi in tutta Italia, che hanno creduto in questa PMI innovativa.

"Ritengo di poter aiutare in modo significativo, grazie al nostro Network, le attività economiche presenti in tutta la provincia di Reggio Calabria e di poter contribuire, con i nostri servizi dedicati ed i nostri consulenti, a traghettare le imprese verso una concreta transizione ecologica" dice Gian Luca Vorraro, founder e amministratore di Borsino Rifiuti, che ha ideato la prima piattaforma online (www.borsinorifiuti.com) di disintermediazione della gestione rifiuti.

Anche i privati cittadini otterranno un beneficio grazie alla liberalizzazione del mercato dei rifiuti, oggi rappresentato dal Network di Borsino Rifiuti, in quanto la gestione della raccolta differenziata è completamente digitalizzata: ciò consente che i relativi dati vadano ad incrementare l'indice di raccolta differenziata del Comune, permettendo a tale ente di ridurre i costi inerenti al conferimento in discarica anche dei rifiuti prodotti dalla cittadinanza.

Risparmio sulla Tari, cashback sul valore dei rifiuti riciclabili, certificazione delle partita Iva clienti come "Azienda 100% Circolare", assegnazione di un "credito virtuale" spendibile per l'acquisto di beni e servizi nelle attività partecipanti al progetto di raccolta e distribuite su tutto il territorio nazionale: queste sono solo alcune delle opportunità riservate ai possessori di partita Iva di Reggio Calabria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borsino Rifiuti, è partita per le aziende la raccolta urbana

ReggioToday è in caricamento