Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca Centro / Via del Torrione, 89

Il negozio "Le botteghe delle terre del sole" è stato "visitato" dai ladri

Asportato del denaro, la denuncia sulle pagine social del consorzio Macramè: "In questo momento per niente bello, noi continueremo a fare quello che abbiamo fatto finora. Sia chiaro a tutti"

I rilievi della Scientifica 8foto pagina Facebook del Consorzio Macramè)

Ladri in azione presso la sede reggina de “Le botteghe delle terre del sole” del consorzio Macramè. A dare notizia del furto patito sono stati gli stessi responsabili del consorzio attraverso un post sulle proprie pagine social. Sul luogo sono interventi gli uomini della Polizia scientifica che, coordinati dal questore Bruno Megale, hanno avviato le indagini del caso.

“Ci hanno derubato! Hanno rubato - si legge nel post - alla nostra bottega Le Botteghe delle Terre del Sole! Rubare è sbagliato, sempre! Rubare al Consorzio, alla nostra bottega può avere delle ripercussioni non solo per la bottega in sè, ma per tutti noi che con enormi sforzi quotidiani cerchiamo di migliorare giorno dopo giorno, fare e sviluppare comunità, non lasciare indietro nessuno, preoccuparci e occuparci delle persone più fragili, valorizzare i prodotti della nostra terra, delle nostre cooperative”.

“Sicuramente - si legge ancora nel post - aver scassinato la nostra bottega non ci aiuta e ci metterà in difficoltà, ma ne usciremo come sempre tutti insieme con molto impegno e con il sorriso!”.

“Non siamo tanto dispiaciuti per i soldi rubati. Lo siamo per Maria, Laura e tutti coloro che quotidianamente curano il consorzio e la bottega - si legge infine - con la stessa premura di chi cura qualcosa che ama profondamente e che, questa mattina, si sono trovati davanti a tutta questa cattiveria. In questo momento per niente bello, noi continueremo a fare quello che abbiamo fatto finora. Sia chiaro a tutti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il negozio "Le botteghe delle terre del sole" è stato "visitato" dai ladri

ReggioToday è in caricamento