rotate-mobile
Cronaca Bova

Celebrazioni dantesche, funziona la collaborazione fra scuola e istituzioni

Si è chiusa a Bova Marina l'iniziativa dedicata a Dante Alighieri durante la quale sono stati messi in risalto i successi degli studenti dell'istituto "Euclide"

Si è conclusa con un successo di pubblico e di consensi l'iniziativa dedicata a Dante Alighieri, promossa dal Comune di Bova in collaborazione con Poste italiane ed istituto di istruzione superiore “Euclide” di Bova Marina. La giornata, iniziata nel cuore del centro storico con l’inaugurazione di un’installazione dedicata a Dante Alighieri a cura del maestro Antonio Pujia Veneziano, è proseguita nei locali della biblioteca comunale "Franco Mosino".

Ad aprire i lavori del convegno sono stati i versi dell'Inferno dantesco recitati da uno studente dell’Euclide. Ad introdurre i lavori spiegando il senso di un'iniziativa articolata in due fasi è stato il vicesindaco di Bova, Gianfranco Marino che dopo una rapida illustrazione dei temi di giornata ha passato la parola al primo cittadino Santo Casile per i saluti di rito. A seguire l'intervento di Fortunato Cuzzupoli, delegato di poste italiane filatelia che ha presentato l'annullo filatelico celebrativo attraverso cui poste italiane ha voluto rendere omaggio a Dante riservando allo stesso tempo un'attenzione particolare al borgo di Bova.

Terzo intervento è stato quello del maestro Pujia, un’illustrazione dei contenuti dell'installazione inaugurata nella prima parte di giornata proprio in Via Dante. Il quarto intervento, che ha preceduto la presentazione dei lavori realizzati dai ragazzi è stato quello della professoressa Margherita Festa, docente dell’Euclide che dopo avere portato i saluti rituali per conto del dirigente, Carmen Lucisano, si è voluta soffermare sull'importanza della figura di Dante Alighieri, ribadendo quanto, nel normale svolgimento delle lezioni quotidiane tale figura torni ricorrentemente assumendo un valore assai significativo per la crescita di noi ragazzi.

Terminati gli indirizzi di saluto, la serata è proseguita con la lettura di alcuni versi del purgatorio sempre a cura degli studenti ed alla successiva illustrazione dei contenuti del portale dedicato a Dante realizzato proprio da un’alunna dell’Euclide e consultabile sul sito ufficiale della scuola. Spazio importante è stato quello dedicato alla proiezione del cortometraggio vincitore del primo premio nazionale indetto da Mondadori - Devoto-Oli riservato a tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado.

La scuola che vorremmo, questo il tema condensato in circa trenta minuti di video che utilizzando un chiaro riferimento dantesco, è stato prodotto dai ragazzi dell’Euclide, per loro al termine della proiezione, la standing ovation della platea, un giusto tributo ad un lavoro lungo e faticoso che ha portato l'Euclide sul tetto d'Italia sbaragliando la concorrenza di Istituti prestigiosi al termine di una selezione durissima. La serata si è conclusa con la lettura dei versi del paradiso e con un buffet a cura dell’amministrazione comunale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Celebrazioni dantesche, funziona la collaborazione fra scuola e istituzioni

ReggioToday è in caricamento