rotate-mobile
L'iniziativa / Bova

Il bookshop comunale pronto a riaprire i battenti per regalare cultura

L'annuncio del vicesindaco Gianfranco Marino: "E' una delle realtà che nell'ultimo decennio hanno caratterizzato il rilancio culturale del nostro centro"

Ripartiranno a breve le iniziative editoriali all'interno dei locali del bookshop comunale di Bova. A darne notizia è Gianfranco Marino, vicesindaco con delega alla cultura (nella foto).

Gianfranco Marino-3"Dopo lo stop forzato imposto nell'ultimo biennio dal covid - spiega Gianfranco Marino - e dopo la ripartenza stentata, legata anche alla crisi attraversata dal comparto dell'editoria, a breve ripartiremo con una serie di appuntamenti legati alla presentazione di volumi e lo faremo da una delle realtà che nell'ultimo decennio hanno caratterizzato il rilancio culturale del nostro centro. Parlando nello specifico del bookshop comunale, un'idea nata e realizzata nel lontano 2012 dall'esigenza di legare il nome del nostro comune al mondo del libro e dell'editoria più in generale”.

“Negli anni - prosegue il vicesindaco - sono stati tanti e di assoluto rilievo gli appuntamenti che hanno trovato nei locali del Bookshop (ubicati nella struttura dell'ex cappella Marzano adiacente la sede comunale) la cornice ideale. Dopo un primo esperimento embrionale posto in essere grazie alla disponibilità di alcune case editrici locali, il panorama della partecipazione all'iniziativa è cresciuto per qualità e quantità ed oggi, all'interno dei nostri locali possiamo annoverare la presenza di diverse case editrici con titoli che privilegiano essenzialmente la cultura e la storia locale e più in generale quella della nostra regione, senza disdegnare ovviamente anche argomenti di cultura e storia nazionale ed internazionale”.

Poi, Gianfranco Marino prosegue: “Nel tracciare le linee guida per la programmazione futura abbiamo messo in cantiere una serie di iniziative che già a partire da quest'anno terranno compagnia agli amanti del libro e della lettura, con un occhio attento ai ragazzi delle scuole. Proprio riguardo alle istituzioni scolastiche del territorio, partiremo a breve con una serie di proposte indirizzate ai dirigenti scolastici”.

“Tra gli altri obiettivi legati alle iniziative in questione - conclude Marino - ci sarà come sempre l'opportunità di coniugare l'aspetto culturale legato al libro ed alla lettura, con la riscoperta di un centro che offre diverse opportunità, dalla visita alla rete museale, al patrimonio architettonico pubblico ed ecclesiastico, passando per la riscoperta di alcuni aspetti naturalistici propri dell'Aspromonte orientale".      

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bookshop comunale pronto a riaprire i battenti per regalare cultura

ReggioToday è in caricamento