rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
L'idea

Bronzi, Lanzoni: "Ecco il manifesto della partecipazione collettiva"

"In questo momento storico spetta a noi, cittadini reggini, avviare pratiche e percorsi di creazione per realizzare una comunità consapevole"

E' una chiamata collettiva quella che fa Simona Lanzoni. Chiede ai reggini, e non solo, di diventare protagonisti e portare idee per celebrare i cinquanta anni dal ritrovamento a Riace delle due statue in bronzo. 

Simona Lanzoni crede davvero nella cittadinza attiva e da esperta in pianificazione strategica della città e del territorio, oltre che mosaicista, da tempo cerca di "svegliare le coscienze" dei reggini e farli diventare protagonisti del cambiamento, prima di tutto culturale, di questa città. 

Così ecco che davanti a questa occasione di rilevanza internazionale Simona Lanzoni ha ideato un manifesto perchè, spiega: "è importante non aspettare oltre, ma darsi da fare. L'anno celebrativo è già iniziato, siamo a metà febbraio e occorre dare una spinta propulsiva per organizzare eventi e attività che possano avere rilevanza per richiamare i turisti e ricordare, soprattutto, il valore artistico e culturale dei Bronzi. Il manifesto è una opportunità per  i cittadini, rappresentanti di diverse abilità, potranno aderire per tutto il corso del 2022 in occasione dell'evento del 50esimo anniversario del ritrovamento dei Bronzi".

"Il "Manifesto della artecipazio simona lanzoni-2 ne collettiva" vuole porre l'attenzione sulla cittadinanza - aggiunge Lanzoni - ed in particolare sulla città di Reggio Calabria come luogo di co-creazione attraverso nuovi modelli culturali che abbattono i muri di "arretratezza" e le classifiche degli "ultimi" che da sempre ci identificano. Il 50esimo Anniversario del ritrovamento dei Bronzi, avvenuto a Riace, è un evento di carattere mondiale, che può e deve coinvolgere tutte le risorse umane presenti in città in forma libera o associata, imprenditori e dipendenti, fondazioni e comitati di quartiere, associazioni no profit e onlus, artigiani e casalinghe, disoccupati e inoccupati, studenti e bambini, scuole, licei, accademie e università, il mondo delle arti e dello spettacolo, della ristorazione, dello sport e i tanti operatori del settore sociale, turismo e cultura". 

"I Bronzi, che con il loro primato di essere unica coppia al mondo di statue in bronzo di epoca ellenistica, sono simbolo della nostra città dal giorno in cui fecero ingresso al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria e noi non possiamo che esserne felici, per cui, in questo momento storico spetta a noi, cittadini reggini, avviare pratiche e percorsi di creazione per realizzare una comunità consapevole e partecipata".

Simona Lanzoni pochi giorni fa ha pubblicato sul suo profilo social il manifesto e dice: "è stato subito accolto con favore dalla gente. Sto ricevendo tante adesioni e ne sono felice. Si parte dall'organizzare cose semplici, come chi ad esempio dedicherà, nel proprio locale, un drink ai Bronzi proprio per celebrare il cinquantesimo e chi organizzerà un evento, ma c'è tanto altro. L'idea è quella di far diventare la città un luogo aperto, con attrazioni nelle piazze, dove per tutto l'anno, fino a dicembre, tutti possano respirare il bello di un evento a caratura internazionale, sull'esempio di quanto è stato fatto a Matera capitale della cultura. Ecco sogno una città protagonista, una città, dove i cittadini siano parte attiva, di un progetto culturale, "sporcandosi le mani". La cittadinanza attiva è anche questo e si coniuga perfettemante con la cultura. Chi vuole aderire e portare il proprio contributo lo può fare mettendosi in contatto con me per vivere insieme l'anniversario dei Bronzi di Riace".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bronzi, Lanzoni: "Ecco il manifesto della partecipazione collettiva"

ReggioToday è in caricamento