Lunedì, 22 Luglio 2024
La polemica

Autonomia differenziata, il Pd calabrese attacca il presidente Occhiuto

Per i consiglieri regionali del Partito democratico il governatore "recita a soggetto e fa teatro a danno dei calabresi"

"Sull’autonomia differenziata Roberto Occhiuto recita a soggetto a danno dei calabresi. Si avvicinano le elezioni europee e il presidente della Regione Calabria si affida al teatro". Così, il Partito democratico calabrese commenta le posizioni sul regionalismo differenziato espresse di recente al quotidiano La Stampa dal presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, che ha rimproverato al ministro Roberto Calderoli "un approccio sbagliato", a proposito dell’accelerazione sull’Autonomia in mancanza del finanziamento dei Lep, annunciato a parte, cioè in un secondo momento.

"Ricordiamo – tuonano i dem della Calabria – che Occhiuto ha già votato a favore dell’autonomia differenziata in Conferenza Stato-Regioni e che nello scorso gennaio tenne con Calderoli una conferenza stampa a Catanzaro, al termine della quale lo stesso Occhiuto disse che l’autonomia differenziata può determinare occasioni positive per la Calabria, precisò di “conoscere e apprezzare Calderoli e sottolineò che, se c’è uno che può realizzarla, è proprio lui. Allora Occhiuto aggiunse, con riferimento al disegno di legge in questione del ministro leghista, che è “evidente che si fa carico in qualche modo delle ragioni delle Regioni del Sud”.

"Ormai i calabresi conoscono bene il vizio insanabile del presidente Occhiuto, che dice tutto e l’esatto contrario per alimentare il proprio consenso virtuale. L’ambiguità di Occhiuto fa perdere credibilità alle istituzioni. Dunque, il governo Meloni – avvertono i dem della Calabria – continuerà a prendere decisioni inaccettabili sulla testa dei calabresi, proprio grazie a questo atteggiamento del presidente Occhiuto, politicamente pilatesco, opportunistico e bipolare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomia differenziata, il Pd calabrese attacca il presidente Occhiuto
ReggioToday è in caricamento