Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Vaccini anti Covid, Irto striglia Spirlì: "Scandalo Calabria in fondo alla classifica"

La campagna vaccinale nella regione è ferma al 58,1%. Il candidato del centrosinistra alla presidenza regionale commenta i dati più aggiornati, diffusi dal governo, sulla situazione della campagna vaccinale

"Spirlì la smetta di perdere tempo su Facebook al decimo piano della Cittadella e inizi finalmente a occuparsi dei vaccini. Magari prenda l’ascensore e scenda fino al terzo piano del palazzo regionale, dove il commissario Longo è costretto a combattere da solo contro un sistema che non funziona". 

Lo afferma Nicola Irto, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Calabria, commentando i dati più aggiornati, diffusi dal governo, sulla situazione della campagna vaccinale in Italia. "La Calabria - incalza l'ex presidente del Consiglio regionale - è scandalosamente in fondo alla classifica per numero di dosi somministrate. Quasi la metà dei quantitativi destinati alla nostra regione giace nei frigoriferi mentre i calabresi si ammalano".

E ancora: "Siamo fermi al 58,1%. E tutto questo dimostra che la sanità regionale non riesce a compiere uno scatto in avanti neppure in occasione della più delicata campagna di profilassi dell’ultimo secolo. Sappiamo che il presidente leghista facente funzioni ha altre priorità, come sfornare nomine illegittime in regime di ordinaria amministrazione. Ma il problema che stiamo affrontando è troppo grande e troppo grave. La giunta regionale si svegli e acceleri sui vaccini ai calabresi, a cominciare dalle fasce d’età e dalle categorie più a rischio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anti Covid, Irto striglia Spirlì: "Scandalo Calabria in fondo alla classifica"

ReggioToday è in caricamento