Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Covid, la Calabria rischia di diventare zona gialla

Le nuove norme per il cambio di colore e di zona decise dal governo Draghi il mese scorso sono chiare e non interpretabili diversamente

Come se non bastasse l'emergenza incendi in Calabria, adesso c'è anche il rischio che la regione torni nuovamente ad essere "gialla". Il "declassamento" nelle prossime settimane diventa un'ipotesi abbastanza realistica se la variante Delta continuerà a diffondersi, come pare inevitabile. Già in provincia di Reggio Calabria due Comune (Africo e Bagaladi) sono zona rossa proprio per l'aumentare dei contagi. 

Le nuove norme per il cambio di colore e di zona decise dal governo Draghi il mese scorso sono chiare e non interpretabili diversamente.  

Prevedono che si passi dalla zona bianca, dove non ci sono praticamente restrizioni, in zona gialla in base a  tre parametri: un’incidenza superiore a 50  casi settimanali per centomila abitanti, le  terapie intensive Covid occupate al 10%  e i reparti  ordinari Covid occupati al 15%.  Una regione può, in pratica, passare dalla zona bianca a quella gialla quando c'è un’incidenza settimanale dei contagi di coronavirus pari o superiore a 50 ogni 100.000 abitanti, a cui devono affiancarsi però anche entrambe queste due condizioni: un’occupazione dei posti letto in ospedale per pazienti ricoverati per la Covid-19 superiore al 15% e un’occupazione del 10% dei posti in terapia intensiva.

In Calabria  il tasso di occupazione dei posti letto in area medica ha raggiunto l'11%. A meno di grosse novità, però, se il monitoraggio non cambia in corso d'opera, nessuna Regione andrà in zona gialla almeno fino al 22 agosto 2021.

Cosa cambia tra zona gialla e bianca

In zona gialla non è prevista la reintroduzione del coprifuoco, mentre  ritorna l'obbligo di indossare mascherina anche all'aperto. Variano anche le regole per i ristoranti, che però non dovranno affatto chiudere: in zona bianca il limite di persone sedute allo stesso tavolo è di sei al chiuso, mentre all’aperto le tavolate sono libere; in zona gialla, invece, la soglia è di quattro persone, sia per i tavoli all’interno dei locali ma anche fuori. Non ci saranno, invece, limitazioni agli spostamenti all'interno della Regione o tra una Regione e l'altra.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, la Calabria rischia di diventare zona gialla

ReggioToday è in caricamento