Lunedì, 15 Luglio 2024
L'intervento / Locri

Diciotto anni senza Fortugno, il ricordo del presidente Mancuso

L'intervento nell'anniversario della scomparsa del vicepresidente del consiglio regionale della Calabria, assassinato a Locri dalla 'ndrangheta

"La Calabria e il Consiglio regionale ricordano con orgoglio Franco Fortugno. Non un ricordo rituale e freddo, bensì caratterizzato dalla convinzione che la criminalità organizzata, anche grazie alla solidità etica e alla fermezza istituzionale di politici come il vicepresidente del Consiglio regionale assassinato dalla ‘ndrangheta a Locri il 16 ottobre 2005, può e deve essere debellata.

Costituisce un disvalore assoluto - afferma il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso - che va contrastato non soltanto con l’azione delle forze dell’ordine e della magistratura, a cui non finiremo mai di essere grati per l’impegno quotidiano che dispiegano,  ma anche attraverso una reazione vigorosa, coraggiosa e sempre più corale di tutta la società civile.  

Spetta a tutti noi, adoperarci con coerenza e determinazione, affinché il lascito politico, morale e civile di Franco Fortugno permei ancor di più le istituzioni pubbliche e sia conosciuto dalle nuove generazioni. A Maria Grazia Laganà e ai suoi figli rinnovo, a nome dell’assemblea legislativa la cui aula è intitolata a Franco Fortugno, i sentimenti più sinceri di  vicinanza e solidarietà”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diciotto anni senza Fortugno, il ricordo del presidente Mancuso
ReggioToday è in caricamento