rotate-mobile
La firma

Mercato ittico, tutto pronto per la riapertura: la Rti ha firmato il contratto d'affidamento

Il raggruppamento temporaneo di imprese vincitore del bando comunale dovrà riqualificare l'immobile e gestirlo per una durata di nove anni

È tutto pronto per far ripartire il mercato ittico di Reggio Calabria. Dopo una lunga chiusura ecco che finalmente è arrivata la firma del contratto per la gestione della struttura. La gara del Comune, settore sviluppo economico, cultura e turismo, ha infatti decretato l'aggiudicazione a un raggruppamento temporaneo d'imprese che vede insieme l’Eurofish di Napoli, presente sul mercato del pesce in diverse città italiane, e la reggina Ittica C2. 

È stata anche registrata l'autorizzazione dell'Autorità portuale per l’immobile demaniale in uso al Comune, prospiciente il molo di levante del Porto di Reggio Calabria. Il mercato ittico sarà, dunque, un luogo che permetterà di sviluppare tutte le attività che porteranno lustro e innovazione al comparto della pesca. Non solo un luogo di commercializzazione del prodotto ittico, ma anche un contenitore di eventi culturali, una realtà in cui valorizzare le produzioni di eccellenza della ristorazione e non solo. Per avviare il punto di ristoro, però, c'è ancora da attendere perché servono interventi di adeguamento della struttura e l'Autorità portuale dovrà convocare la conferenza dei servizi. 

Una struttura, quella del mercato ittico, che si inserisce nel nuovo volto del porto di Reggio Calabria, voluto dall'Autorità di sistema portuale dello Stretto che si è impegnato per la sua riqualificazione e che mira a far dialogare sempre più la città con il mare. Una metamorfosi lenta per creare con il territorio un cambio di passo e una nuova visione.   

Il raggruppamento temporaneo di imprese

Dunque la formula del Rti, più imprese si uniscono per partecipare insieme alla realizzazione di un progetto specifico, è risultata vincente. Eurofish di Napoli e la reggina Ittica C2 hanno presentato la proposta migliore, aggiudicandosi il massimo del punteggio previsto dal bando comunale, ben 100 punti: 70 per l'offerta tecnica e 30 per quella economica considerando quindi eccellente la proposta. Tra i punti qualificanti del progetto c'è anche l'attività di formazione professionale, che potrebbe essere avviata a breve. 

La durata e il costo

"La durata dell’affidamento in gestione è per 9 anni, - secondo quanto riporta il bando -  a decorrere dal giorno di sottoscrizione del verbale di consegna dell’immobile, eventualmente anche anticipata sotto riserva della stipula del contratto. La predetta durata è comprensiva anche del periodo di tempo necessario per i lavori di riqualificazione dell'immobile. Alla scadenza dell’anzidetta durata, l’Amministrazione, previo parere positivo da parte dell’Autorità Portuale, si riserva la facoltà di una proroga tecnica, limitata al tempo strettamente necessario alla conclusione delle procedure necessarie per l'individuazione di un nuovo contraente, per un periodo massimo di 6 mesi.

Il conduttore dovrà corrispondere un canone di gestione mensile per l'utilizzo dell'intero immobile, da determinarsi in applicazione della percentuale in rialzo calcolata sul seguente importo a base d’asta di 3.200,001 euro/mensile, oltre iva (se e in quanto dovuta a norma di legge), al quale andrà aggiunto l’adeguamento Istat a decorrere dalla seconda annualità contrattuale".

La ristrutturazione

L'immobile di due piani era stato già ristrutturato e i lavori erano stati ultimati nel 2016. Poi c'è stata la lunga chiusura e adesso quindi per il mercato ittico serve un adeguamento in base al progetto da realizzare. Adesso la struttura vede al piano terra le celle frigo, nove,  per la conservazione del pescato, l’area “borsino” del pesce fresco, i servizi igienici e locali accessori, mentre al primo sono collocati gli uffici, con accesso dal piano terra tramite scala interna e ascensore, lateralmente ci sono  due ampie terrazze dove è installato un impianto fotovoltaico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato ittico, tutto pronto per la riapertura: la Rti ha firmato il contratto d'affidamento

ReggioToday è in caricamento