Mercoledì, 17 Luglio 2024
Le indagini / Palmi

Adescava minorenni sui social, in tre anni dodici vittime: arrestato un 23enne

Le indagini erano partite grazie alla denuncia presentata dai genitori di una minore ai carabinieri di Palmi

Ha approfittato di almeno dodici ragazzine tra il 2019 e il 2022, tutte minorenni all'epoca, un egiziano di 23 anni rintracciato e arrestato sabato scorso dai carabinieri della compagnia Duomo di Milano. Gli vengono contestate la pornografia minorile, la violenza sessuale aggravata e atti sessuali con minorenne.

L'indagine era iniziata nel 2022, quando i genitori di una minorenne di Palmi, provincia di Reggio Calabria, si erano rivolti alle forze dell'ordine. La giovanissima reggina aveva spiegato di aver conosciuto un ragazzo su Instagram, con cui poi aveva continuato a parlare su Whatsapp fino a quando gli aveva mandato alcune immagini esplicite. Dall'analisi del profilo e del numero di telefono del pedofilo, l'inchiesta si è spostata a Milano.

I militari hanno sequestrato il cellulare del 23enne, che all'epoca aveva 21 anni, e da lì sono riusciti ad accertare che almeno altre undici giovanissime erano finite nella sua rete.

Da vero seriale - il Gip parla - come riporta Milano Today  - di "seriale, inquietante e morbosa attività di produzione di materiale pornografico" - il modus operandi era stato sempre lo stesso, dall'incontro su Instagram al passaggio su Whatsapp, soltanto dopo che il pedofilo aveva avuto certezza che le ragazzine fossero minorenni. E quando le vittime si "fermavano", l'uomo - stando a quanto accertato - le avrebbe ricattate minacciando di girare le loro fotografie e i loro video ai parenti o agli amici sui social. 

Adesso gli vengono contestate la pornografia minorile, la violenza sessuale aggravata e atti sessuali con minorenne.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adescava minorenni sui social, in tre anni dodici vittime: arrestato un 23enne
ReggioToday è in caricamento