rotate-mobile
Domenica, 3 Marzo 2024
Il cambio

Raccolta rifiuti, si prepara l'arrivo di Ecologia Oggi: a San Gregorio la sede logistica

Slitta il passaggio di consegne da Teknoservice al nuovo gestore che dovrebbe essere operativo dal 1 marzo

C'è da gestire il passaggio di consegne tra Teknoservice ed Ecologia Oggi. Tempi tecnici per verificare i requisiti, stipulare le polizze e il trasferimento del personale da una società ad un'altra. Per questo il dirigente del settore ambiente del Comune ha convocato Ecologia Oggi, per definire modalità e tempistiche per l’avvio dei servizi di igiene urbana.  Ma a Palazzo San Giorgio in questi giorni si sono anche svolti degli incontri, "sia con l’attuale gestore sia con quello subentrante, ai fini della ricognizione degli elementi necessari a garantire la giusta continuità dei servizi di igiene urbana per la collettività".

La proroga alla Teknoservice

Proprio per questo si è resa necessaria ancora una proroga, con ordinanza sindacale, per la società piemontese Teknoservice "al fine di assicurare la tutela della salute pubblica e dell'ambiente, - si legge nell'ordinanza - attraverso l’emanazione di un provvedimento limitato nel tempo e nell'ambito del territorio cittadino, che disponga in favore dell’attuale gestore, la prosecuzione nello svolgimento dei servizi almeno fino al 29 febbraio 2024 o al minor/maggior termine occorrente per il pieno subentro della ditta Ecologia Oggi Spa, in conformità alle modalità già espletate dall’11 dicembre 2021 e per un importo ribassato dell’1,59% sull’importo a base d’asta".

Il subentro di Ecologia Oggi

Dunque, dal primo marzo, probabilmente, sarà la società dell'imprenditore Eugenio Guarascio ad operare a Reggio Calabria per la raccolta dei rifiuti. Dopo una lunga vertenza giudiziaria finalmente, dopo la sentenza della Corte di Cassazione, c'è un gestore definitivo che dovrà attuare quanto previsto dal bando comunale. Un nuovo modello di raccolta differenziato zona per zona, dunque non solo tramite il porta a porta spinto. Ciò dovrebbe garantire maggiore pulizia e decoro e un aumento della percentuale della raccolta differenziata. Restano ancora aperti, per altro, i fronti del maggiore controllo di aree critiche come Arghillà e Modena Ciccarello. 

La sede logistica

L'imprenditore cosentino ha cercato una nuova sede logistica per la sua società a Reggio Calabria, e sembrerebbe averla trovata nella zona industriale di San Gregorio. C'è da capire adesso quanti mezzi metterà a disposizione per il servizio di raccolta e spazzamento in città e soprattutto cosa sarà degli attuali trecento operatori. 

Quando arrivò Teknoservice portò un centinaio di nuovi mezzi e allargò la pianta organica del personale con cinque unità in più. Un grosso investimento per la società piemontese che adesso si appresta a lasciare Reggio e porterà via anche i propri mezzi. 

Il personale e i cassonetti condominiali 

"Ancora noi non siamo stati convocati - spiega Antonello Errante sindacalista del Sul che lavora alla Teknoservice - dovremo avere nei prossimi giorni un incontro con la società per capire quale futuro ci attende. Il servizio di porta a porta per i lavoratori è molto massacrante e non tutti i lavoratori lo possono svolgere. Sappiamo che ci sono una settantina di operatori che hanno delle limitazioni, per questo è importante capire come sarà organizzato il nuovo servizio. Con il nuovo piano, dovrebbero arrivare i cassonetti condominiali e il porta a porta resterebbe in centro. Secondo le nostre stime, sappiamo che mancano almeno trenta, quaranta operatori per avere un servizio davvero efficiente in tutto il territorio cittadino". 

I cassonetti intelligenti e le isole ecologiche

Già sono state posizionate 18 mini isole ecologiche, finanziate grazie ai fondi della programmazione 2014-2020 del Pon Metro - React Eu,  ma ci sono ancora da installare i cassonetti intelligenti. C'è da dire che attualmente i rifiuti conferiti nelle mini isole ecologiche non vengono ritirati quotidianamente e questo comporta un disagio per i cittadini e per la città. 

Il Sul e l'internalizzazione del servizio

"La cosa migliore sarebbe che il Comune ritornasse a gestire il servizio, basta con i privati occorre l'internalizzazione del servizio. Così si abbassano i costi  - dice Antonello Errante - e soprattutto occorrono nuove discariche e termovalorizzatori.  Il servizio dovrebbe essere migliorato pensando anche alla parziale internalizzazione di servizi.  Riuscirebbe a rendere più certo ed efficiente il servizio di raccolta e gestione". Un servizio "meno oneroso per le casse comunali, meno esoso per i cittadini contribuenti in regola, più giusto per una collettività vessata da tasse altissime, sapendo che è necessario che ciascuno paghi il servizio che riceve e che le cartelle devono essere inferiori a quelle del Comune di Milano. Ma invece sappiamo che la Città metropolitana ha già approvato l'aliquota al 5% per la tassa sui rifiuti e questo vuol dire che noi cittadini pagheremo molto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta rifiuti, si prepara l'arrivo di Ecologia Oggi: a San Gregorio la sede logistica

ReggioToday è in caricamento