rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Terremoto di magnitudo 4.3 in Calabria: molta paura e gente in strada

Il sisma è stato avvertito, in particolare, nella zona del Vibonese, dove sarebbe stato localizzato l'epicentro. La profondità del terremoto, secondo l'Istituto nazionale di geofisica, è stata di dieci chilometri

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.3 é stata registrata questa mattina in Calabria. Il sisma é stato avvertito, in particolare, nella zona del Vibonese, dove sarebbe stato localizzato l'epicentro.

La profondità del terremoto, secondo l'Istituto nazionale di geofisica, é stata di dieci chilometri. La scossa ha interessato, comunque, una vasta zona della Calabria. E' stata avvertita anche a Lamezia Terme, Catanzaro, lungo la fascia tirrenica cosentina e in alcune zone del Reggino.

Scuole, uffici evacuati e treni sospesi

Molte scuole e uffici sono stati fatti evacuare. Nella maggior parte dei comuni in cui é stato avvertito il sisma gli alunni delle scuole elementari sono stati fatti uscire dagli istituti e raccolti in luoghi aperti adiacenti. Le operazioni di sgombero si sono svolte, comunque, ordinatamente e non si registra alcun ferito. Molte persone che si trovavano in casa sono uscite in preda a forte allarme. Le forze dell'ordine hanno avviato accertamenti per rilevare eventuali danni, che al momento, comunque, non vengono segnalati.

Secondo quanto riporta l'agenzia Ansa: "E' stata sospesa anche la circolazione ferroviaria lungo la fascia tirrenica della Calabria. La sospensione riguarda i treni che effettuano il servizio lungo la linea Paola-Rosarno, a Tropea e tra Lamezia Terme e Catanzaro Lido. I tecnici di Rete ferroviaria italiana stanno effettuando la ricognizione a bordo di carrelli ferroviari lungo le linee interessate per verificare le condizioni dei binari. Sono stati istituiti bus sostitutivi per i passeggeri delle linee coinvolte dalla sospensione". L'aula bunker a Lamezia Terme in cui si sta celebrando il processo "Rinascita Scott" alle cosche di 'ndrangheta del vibonese é stata fatta sgomberare. Magistrati, avvocati e personale tecnico hanno lasciato l'aula e l'udienza é stata sospesa. Dopo che é stata verificata l'assenza di danni l'udienza é ripresa.

Il presidente Occhiuto: "Situazione sotto controllo"

"Dopo la forte scossa di questa mattina, il dipartimento regionale della Protezione Civile, guidato da Fortunato Varone, si è subito attivato per una rapida ricognizione presso i Comuni più vicini all'epicentro. Gli uffici della Regione stanno contattando tutti i sindaci e le autorità locali, e al momento fortunatamente non si registrano danni a persone o cose. La situazione è sotto controllo. Il terremoto ha ovviamente allarmato i cittadini, e giustamente tante scuole e tanti uffici sono stati evacuati, in attesa delle opportune verifiche che verranno accuratamente effettuate nelle prossime ore". Lo ha affermato il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto che aggiunge: "Ringrazio tutta la macchina organizzativa regionale, la Protezione civile, le forze dell'ordine, i vigili del fuoco, i volontari, e tutti coloro che in queste ore stanno lavorando per garantire serenità e sicurezza ai calabresi".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto di magnitudo 4.3 in Calabria: molta paura e gente in strada

ReggioToday è in caricamento