rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Controlli di sicurezza / Taurianova

Un arresto e sei denunce, è questo il bilancio dei controlli pasquali dell'Arma

I carabinieri della compagnia di Taurianova sono stati impegnati sul territorio della Piana in una campagna di sicurezza stradale

Un arresto e sei denunce, è questo il bilancio dei controlli effettuati dai carabinieri di Taurianova nei giorni di Pasqua e Pasquetta. Sicurezza sulle strade, questo lo scopo dei controlli straordinari svolti nel corso delle festività appena trascorse, dai carabinieri della compagnia di Taurianova, dispiegati in diversi servizi su tutta la fascia pedemontana della piana di Gioia Tauro.

In particolare, diversi i posti di controllo posti in essere lungo i principali assi viari e nelle zone urbane più interessate agli assembramenti, finalizzati a contrastare le infrazioni al codice della strada. Controllati, inoltre, esercizi commerciali e locali ricettivi sempre in ottica di prevenzione e controllo del territorio.

In tale quadro, i militari dell’Arma, hanno denunciato in stato di libertà 5 soggetti che, dopo essere stati sottoposti all’alcool-test, è risultato avessero assunto alcolici in misura superiore di quella prevista dal codice della strada: oltre ad essere stati segnalati alla Procura di Palmi, nei loro confronti è stato contestato il ritiro della patente con contestuale decurtazione di 10 punti, nonché il sequestro dell’autovettura.

Nell’ambito dei controlli alla circolazione stradale, inoltre, i carabinieri hanno arrestato un 31enne di Cinquefrondi per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, in quanto al fine di evadere il controllo con l’etilometro, non ha esitato a spintonare i militari che lo avevano fermato. L’ipotesi accusatoria ha, ad oggi, trovato un preliminare accoglimento nella convalida dall’arresto effettuata gip di Palmi.

Anche a Varapodio, un 25enne del posto è stato deferito per oltraggio a pubblico ufficiale, per aver rivolto gravi insulti ai carabinieri intenti a controllarlo.

In entrambi i casi, i procedimenti sono attualmente pendente in fase di indagini e l’effettiva responsabilità degli indagati, in uno con la fondatezza delle ipotesi d’accusa mosse a loro carico, saranno vagliate nella successiva fase processuale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un arresto e sei denunce, è questo il bilancio dei controlli pasquali dell'Arma

ReggioToday è in caricamento