Firmata la convenzione, negli istituti penitenziari nasce lo sportello “Punto Città”

Il servizio consentirà ai detenuti di poter svolgere mensilmente le attività anagrafiche. La notizia è stata comunicata in occasione della relazione annuale del garante Siviglia

E' stata presentata questa mattina a Palazzo San Giorgio la relazione annuale di Agostino Siviglia, garante comunale dei diritti dei detenuti. Durante l'incontro fra il sindaco Giuseppe Falcomatà e il direttore dell'istituto penitenziario di Arghillà, Calogero Tessitore, è stata sottoscritta un'importante convenzione per l’avvio in carcere dello sportello “Punto Città”. “Un grande segno di civiltà - sono state le parole del dirigente della casa circondariale - che risolverà molti problemi, grazie alla sensibilità del sindaco e del garante”. 

“Si tratta di un servizio importantissimo - ha affermato Falcomatà - che consente ai detenuti di poter svolgere attività anagrafiche, come riscuotere la pensione per esempio, o altri atti necessari, e per consentire mensilmente a chi è privato della libertà personale di fruire dei servizi comunali relativi a tutte le pratiche amministrative connesse”. Alla conferenza ha preso parte anche la dirigente del settore anagrafe comunale Carmen Stracuzza. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bologna, partita di calcio finisce in rissa: arrestati tre reggini e due catanzaresi

  • Il gelatiere Marcianò e sua maestà il bergamotto vincitori assoluti della MAG Gelato Challenge

  • Festa al Castello Aragonese, a Palazzo San Giorgio arrivano i carabinieri

  • Incidente sul raccordo autostradale, coinvolte due auto: traffico paralizzato

  • Carcere di Arghillà, sei ispettori per quasi 400 detenuti: la denuncia di Uilpa

  • Scoperto piccolo bunker con droga, armi e soldi "sporchi": 45enne finisce in manette

Torna su
ReggioToday è in caricamento