menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Silenzio su violenza a minore", il diktat del Meetup 5 Stelle: "Ripepi si dimetta subito"

Gli attivisti di Reggio Calabria non usano mezzi termini dopo la notizia di queste ore che coinvolge il consigliere comunale Massimo Ripepi di Fratelli d’Italia

"Massimo Ripepi si dimetta immediatamente". E' il diktat del MeetUp Reggio Cinque Stelle che non usano mezzi termini dopo la notizia di queste ore che tocca il consigliere comunale Massimo Ripepi di Fratelli d’Italia.

"Non può fare altrimenti, - tuonano i pentastellati - stando a quanto emerge da un documento del Tribunale per i Minorenni di Reggio, riguardante l’affidamento urgente di una bimba di appena 9 anni al servizio sociale territoriale e ai servizi minorili dell'amministrazione della giustizia, coinvolta in un caso di violenza sessuale da parte dello zio, coperto da un silenzio genitoriale che sarebbe stato suggerito dallo stesso Ripepi nelle vesti di autorità religiosa. Stando alle carte, Ripepi si è reso complice di un crimine contro un’indifesa bimba che probabilmente porterà nel proprio animo i segni".

"Qualsiasi situazione, anche meno pesante, sarebbe inconciliabile con l’onorabilità di un esponente politico ed istituzionale, figuriamoci questa, grave quanto e forse ancora di più di reati di mafia. Dunque - conclude il MeetUp Reggio Cinque Stelle - invitiamo Ripepi a rassegnare le dimissioni subito e non varcare più il portone di Palazzo San Giorgio, ormai privo di un’autorevolezza che già prima non era molto forte".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nasce la "Fede Reggina", gioiello ispirato al lungomare Falcomatà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento