Abusi edilizi a Gallina e Cataforio: quattro denunce e tre immobili sequestrati

Controlli straordinari dei carabinieri nelle zone periferiche della città. Gli illeciti che sono stati accertati riguardano la realizzazione di manufatti in assenza di concessione edilizia

Servizio straordinario dei carabinieri di Reggio finalizzato a verificare e reprimere abusi edilizi effettuati nelle zone periferiche e rurali della città. I militari hanno denunciato 4 persone all’autorità giudiziaria perchè sorprese a costruire in modo abusivo.

A Cataforio una donna, 71enne del luogo, incensurata, ha effettuato su un edificio di vecchia realizzazione di via Strapunti, lavori di ristrutturazione senza alcuna autorizzazione. Sul posto i militari dell’Arma non hanno trovato operai intenti nei lavori di ristrutturazione ma, in un’area di circa 120 metri quadri, hanno trovato la presenza di manufatti in corso di ultimazione.

A Gallina, un uomo di 80 anni, senza la minima autorizzazione prevista per legge, su una zona sottoposta a vincolo ambientale e paesaggistico, ha costruito al quarto piano di uno stabile, un intero piano con copertura a falde. La struttura delimitata durante l’attività è stata calcolata in circa 160 metri quadri.

Ma l’incurante 80enne, caparbio e non curante del sequestro effettuato dai carabinieri, ha continuato caparbiamente i lavori di copertura dell’intero piano. A distanza di 10 giorni, i carabinieri di Gallina hanno ribussato alla sua porta. All'anziano è stata contestata la violazione dei sigilli e sequestrato 'ex novo' l’intero piano realizzato totalmente in assenza di alcuna autorizzazione edile.

Gli stessi militari hanno denunciato due coniugi, entrambi 60enni, che hanno realizzato una copertura a falde con all’interno un intero piano abitativo non previsto dal progetto presentato agli uffici competenti. A conclusione di queste operazioni, i militari hanno denunciato a vario titolo 4 persone e hanno sequestrato tre immobili, nei quali vi sono ancora in corso i lavori di costruzione e ristrutturazione.

Gli illeciti che sono stati accertati riguardano la realizzazione di manufatti in assenza di concessione edilizia, sopraelevazioni e consecutivi aumenti di cubatura. I fatti accertati evidenziano spiegano dal comando provinciale dell'Arma "chiare le violazioni delle norme urbanistiche vigenti presso le aree urbane ed in netto contrasto a quelle relative alle costruzioni in zona sismica nonché il mancato rispetto delle più elementari norme per la sicurezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giocatore gentiluomo cede il suo Gratta e Vinci a una donna: lei centra il jolly e vince 10mila euro

  • Reggio si prepara ad abbracciare il suo eroe: sabato in Cattedrale l'ultimo saluto a Nino

  • "Non esporre i mastelli": Avr avvisa di blocchi nella raccolta dei rifiuti organici ed indifferenziati

  • Grande commozione sulla pista dell'aeroporto dello Stretto: Nino è tornato a casa

  • Elezioni comunali, Geppo Femia è il nuovo sindaco di Marina di Gioiosa Ionica

  • Finti incidenti per ottenere rimborsi: arrestati medico e paramedico, indagati 2 vigili urbani

Torna su
ReggioToday è in caricamento