Taglio del nastro / Caulonia

Inaugurati a Caulonia i nuovi laboratori per la produzione di oli essenziali

L'impianto si inserisce nel cluster “Goel Biodiversi” promosso da Goel, Gruppo cooperativo e da Comunità Progetto Sud, un sistema sperimentale per una nuova produzione agricola fondato sulla biodiversità

A Caulonia il tagliato del nastro dei “Goel Biodiversi labs” dei nuovi laboratori di produzione di oli essenziali ed estratti vegetali. L’impianto si inserisce nel cluster “Goel Biodiversi” promosso da Goel – Gruppo Cooperativo e da Comunità Progetto Sud, un sistema sperimentale per una nuova produzione agricola fondato sulla biodiversità.

I Goel Biodiversi labs sono un impianto tecnologicamente all’avanguardia che arricchisce il cluster inaugurato lo scorso ottobre. I laboratori produrranno oli essenziali di altissima qualità attraverso un processo di distillazione in acqua-vapore sottovuoto. La particolare tecnologia consentirà di estrarre gli oli essenziali e gli idrolati a bassa temperatura, preservando anche i principi attivi termolabili.

Ma la parte più tecnologicamente avanzata dei laboratori è rappresentata da un innovativo impianto di produzione di estratti vegetali con il più ecologico dei solventi industrialmente disponibile: l’anidride carbonica allo stato supercritico. Il processo, altamente efficiente e versatile, consente di ottenere dalle piante fitocomplessi purissimi, di alta qualità e senza la minima traccia di solventi.

A presentare i Goel Biodiversi labs oggi c’erano i rappresentanti di Goel - Gruppo Cooperativo e di Comunità Progetto Sud, alla presenza di autorità ed istituzioni del territorio. Il progetto è stato sostenuto da enti e fondazioni private nonché, naturalmente, dagli investimenti dei promotori. I laboratori si inseriscono nel cluster Goel Biodiversi che mira a promuovere un nuovo modello agricolo innovativo fondato sulla biodiversità e su processi di lavorazione innovativi ed ecosostenibili. La Calabria è la regione n.1 in Europa per diversificazione microclimatica: su 230 habitat microclimatici censiti in Europa, la Calabria, da sola, ne possiede ben il 32%!

Un record senza eguali che può generare un’agricoltura diversa, amica del territorio, che si sottragga dalla competizione al ribasso dei mercati della frutta e degli ortaggi, un’agricoltura che sfrutti la diversificazione microclimatica e tecnologie di lavorazione avanzate per produrre principi attivi botanici da filiera controllata e di altissima qualità per il mercato farmaceutico, nutraceutico e cosmetico, con aziende agricole, laboratori e centri di ricerca che costituiscano, insieme, un unico sistema produttivo integrato. Un nuovo modello di agricoltura biologica innovativa, naturalmente dignitosa, che rispetti i diritti dei lavoratori, compatibile con il volto ecologico della Calabria che Goel e Comunità Progetto Sud intendono promuovere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurati a Caulonia i nuovi laboratori per la produzione di oli essenziali
ReggioToday è in caricamento