rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Palazzo San Giorgio

Cento studenti tra i banchi dell'aula consiliare Battaglia

Hanno partecipato al tavolo territoriale dei Consigli fuoriclasse in movimento promosso da Save the children

Sono arrivati numerosi, accompagnati dalle insegnati, a Palazzo San Giorgio. In divisa scolastica, altri con i cappellini colorati, tutti insieme per partecipare al tavolo territoriale Consiglio fuoriclasse in movimento. 

Così un centinaio di studenti, questa mattina, hanno preso posto tra i banchi dell'aula consiliare di Palazzo San Giorgio. Sono gli alunni delle classi primarie degli istituti comprensivi “Catanoso - De Gasperi”, “Giovanni XXIII - Villa San Giovanni” e “San Sperato – Cardeto” ed hanno incontrato il sindaco f.f. Paolo Brunetti, il presidente del Consiglio comunale, Enzo Marra e le assessore, Giuggi Palmenta e Lucia Nucera. Ad accompagnare la folta delegazione, oltre ai docenti degli istituti scolastici, anche Carla Sorgiovanni coordinatrice programmi Save the Children per la Calabria, Giulia Melissari e Chiara Arillotta in qualità di formatrici di progetto.

L'iniziativa fa parte del progetto didattico e formativo promosso da Save the Children, con l'obiettivo di favorire il confronto tra le rappresentanze di studenti dei diversi istituti aderenti alla rete e le istituzioni locali intorno alle proposte di cambiamento messe in campo dai Consigli fuoriclasse.

"Quella di oggi è senza dubbio una bellissima pagina per la nostra città, per Palazzo San Giorgio e per questa amministrazione", ha detto in apertura dei lavori il sindaco f.f. Brunetti, rimarcando la centralità “dei percorsi formativi sul tema della cittadinanza attiva, partendo proprio dai più piccoli. I bambini devono percepire concretamente la presenza e la vicinanza delle istituzioni cittadine anche perché tra qualche anno saranno proprio loro ad avere la responsabilità delle scelte e, perché no, anche dei ruoli in chiave istituzionale quale futura classe dirigente della nostra città. Oggi però è anche importante ascoltare la voce della scuola e dei suoi protagonisti. I bambini hanno una capacità di sintesi e di lettura di ciò che li circonda e di quanto accade intorno a loro, molto più efficace e profonda di noi adulti e le idee, gli spunti, i richiami ma anche le testimonianze delle tante opere positive che sono state compiute all’interno degli spazi scolastici, lo dimostrano ampiamente. Sta adesso a noi, l’impegno a raccogliere le loro istanze e moltiplicare gli sforzi affinché le scuole siano messe sempre nelle condizioni di svolgere al meglio la loro fondamentale opera educativa e formativa”.

L’incontro tra bambini e istituzioni ha consentito agli alunni di esporre le proposte e le criticità legate al mondo della scuola, hanno evidenziato Nucera e Palmenta, “ed è proprio da momenti come quello di oggi che occorre ripartire per costruire un percorso di lungo respiro che ci consenta di arricchire il cammino dei bambini con i valori dell’impegno civile e della cura del bene comune. Un percorso che le scuole stanno già compiendo con brillanti risultati, come dimostrano i contenuti che i ragazzi hanno illustrato in aula intervenendo con grande lucidità e capacità critica, su temi di stringente attualità come l’ambiente, il decoro urbano e la sostenibilità energetica. Segno evidente dell’ottimo ed attento lavoro svolto in questi anni da docenti e formatori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cento studenti tra i banchi dell'aula consiliare Battaglia

ReggioToday è in caricamento