rotate-mobile
Energia e ambiente / Caulonia

Caulonia, il consorzio di bonifica avvia una nuova centralina idroelettrica

Opera a beneficio dei consorziati con un vantaggio ambientale ed economico ma per l'ente la priorità resta la fornitura d’acqua agli agricoltori

Porterà vantaggi ambientali ed economici la centralina idroelettrica avviata a Caulonia dal consorzio di bonifica della Calabria. Si tratta di una fonti alternativa a beneficio dei consorziati restando però come priorità per l'ente la fornitura d’acqua agli agricoltori.

Sfruttare al massimo le grandi potenzialità del consorzio di bonifica della Calabria è l’imperativo e l’impegno del commissario straordinario Giacomo Giovinazzo e dei suoi collaboratori. La nuova centralina idroelettrica è stata situatapresso l’opera di presa in località convento di Sant’Ilario. "Esprimo grande soddisfazione per l’opera - dichiara Giovinazzo – che insieme alle alle attività tradizionali del consorzio, irrigazione e bonifica, che costituiscono i settori di intervento fondamentali  della mission dell’ente è importante perché produce energia rinnovabile a tutti gli effetti, qualificandosi come impianti virtuosi, moderni e sicuri da valorizzare e comunque avendo sempre la priorità della fornitura dell’acqua agli agricoltori".

"Sfruttare le potenzialità energetiche - ha aggiunto - offerte dai canali irrigui utili della produzione di energia idroelettrica contribuirà a ridurre infatti i costi di gestione: in tal modo è possibile evitare l’aumento dei contributi ai consorziati e riportare nel territorio il beneficio dell’iniziativa”. Questa realizzazione, che si aggiunge alle altre dieci centrali idroelettriche installate sugli impianti consortili, consente una produzione di energia elettrica annua stimata in circa 1,8milioni di kWh.

“La centralina idroelettrica – dice ancora il commissario straordinario - costituisce un ulteriore importante tassello nella politica energetica del consorzio, finalizzata ad incrementare la propria produzione di energia da fonte rinnovabile che non comporta quindi consumo e distruzione di materie prima.  Si raggiunge così, il duplice obiettivo della salvaguardia ambientale del territorio e, ribadisce, di un beneficio economico per i consorziati. Il consorzio continuerà su questa linea e  - conclude - ha in progetto ulteriori centrali idroelettriche per l’utilizzo di salti d’acqua su propri canali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caulonia, il consorzio di bonifica avvia una nuova centralina idroelettrica

ReggioToday è in caricamento