rotate-mobile
Cronaca Centro

Cerimonia al Castello Aragonese nel ricordo del governatore Garcilaso de la Vega

L'“amistad” tra Reggio Calabria e la Spagna e la lectio magistralis del professore Fernández. Intitolato il salone della fortezza al poeta del Rinascimento castigliano

Su iniziativa dell’associazione Calabria-Spagna, presidente, Rosa Italia Fontana, con il patrocinio del Comune e della Città metropolitana si è svolta al Castello Aragonese El gran día de la amistad Rhegium-Hispania, la solenne iniziativa volta a celebrare “l’amicizia” tra Reggio Calabria e il vicino Paese iberico e a puntare i riflettori sulla figura di Garcilaso de la Vega, fra i più importanti poeti spagnoli.

La sua opera è considerata la più importante espressione del Rinascimento castigliano  e proprio a Reggio Calabria, nel 1534 fu governatore del Castello Aragonese: de la Vega morì in battaglia due anni dopo, a Nizza.

Nell'occasione è stato presentato il testo di Francesca Chiara Siclari: "La égloga primera di Garcilaso de la Vega",  sulla prima rgloga del celebre poeta-soldato. Prima della lectio magistralis tenuta da José Ignacio Díez Fernández, professore di letteratura spagnola dell’Universidad Complutense di Madrid, è intervenuta l’assessore comunale alla valorizzazione del patrimonio, Irene Calabrò: "Ci siamo curati d’intitolare le sale del Castello Aragonese, che fino a oggi erano anonime. E questa, la più grande, è dedicata proprio alla figura di Garcilaso de la Vega".

"Con iniziative come questa - ha osservato poi il primo cittadino, Giuseppe Falcomatà – si fa luce su un pezzo di storia della nostra città tra i meno conosciuti, ma al contempo si evidenzia che Reggio Calabria non può trascurare la propria storia e la propria identità e deve puntare forte sulla cultura, primo passo per costruire un futuro più consapevole e rispettoso di ciò che siamo stati e dobbiamo continuare a essere. Il primo turista di una città dev’essere il cittadino, ma – ha rilevato il sindaco – il cittadino può raccontare agli altri la straordinarietà di vivere in un posto come questo solo se ne conosce la storia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerimonia al Castello Aragonese nel ricordo del governatore Garcilaso de la Vega

ReggioToday è in caricamento