rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cgil-Cisl-Uil

Vertice con Occhiuto, i sindacati incassano due vittorie

Verranno avviate la cabina di regia sul Pnrr e la commissione regionale per la sicurezza sui luoghi di lavoro

"Cgil, Cisl e Uil Calabria mantengono la valutazione positiva per quanto emerso al termine del secondo incontro avuto con il presidente della giunta regionale calabrese, Roberto Occhiuto". Lo dichiarano in una nota congiunta i segretari generali regionali calabresi di Cgil, Cisl e Uil, Angelo Sposato, Tonino Russo e Santo Biondo.

Per i segretari generali, si legge nella nota, "non era scontata la disponibilità ad un confronto corretto con le Organizzazioni sindacali da parte dei vertici amministrativi della Regione Calabria sulle problematiche dirimenti per il futuro del territorio calabrese quali sono la sanità ed il mondo del lavoro. Il Presidente Occhiuto, riconoscendo la giustezza delle battaglie del Sindacato, ha accolto senza tentennamenti le proposte, avanzate dai Segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Calabria, indirizzate all'immediato avvio di una cabina di regia sul corretto utilizzo dei fondi messi a disposizione della regione attraverso il finanziamento del Piano nazionale di ripresa e resilienza e alla creazione della commissione permanente per la sicurezza sui luoghi di lavoro".

Tornando ai temi principali posti sul tavolo della discussione, "Cgil, Cisl e Uil Calabria hanno messo nero su bianco le loro richieste in tema di sanità e crescita occupazionale. Per meglio affrontare e risolvere i tanti problemi ancora aperti si è deciso di approfondire i temi per aree tematiche. Così, partendo dal nodo sanità, durante l'incontro - al quale hanno preso parte la nuova dg del dipartimento Salute, Iole Fantozzi, e il sub commissario Maurizio Bortoletti, si è stabilito di focalizzare l'attenzione sul Piano di rientro e sul Programma operativo e di fornire all'ufficio del commissario un documento tecnico unitario da portare all'attenzione del tavolo Adduce".

"Parte sostanziale del confronto - prosegue la nota - è stata dedicata ai temi delicati della quantificazione del fabbisogno di personale sanitario, medico e infermieristico, e soprattutto della stabilizzazione dei lavoratori precari. Cgil, Cisl e Uil Calabria ancora, hanno ribadito la necessità impellente di una rimodulazione della medicina territoriale, attraverso l'adozione di linee guida precise e puntuali per gli investimenti sugli ospedali di comunità e le Usca.

Al tavolo su lavoro - cui hanno preso parte anche il dg Roberto Cosentino e la vicepresidente della giunta Giusy Princi - Cgil, Cisl e Uil Calabria hanno ribadito le loro priorità, partendo dal precariato, una platea vastissima di lavoratrici e lavoratori rientranti nei bacini sostenuti da diverse leggi finanziate dalla Regione, senza dimenticare la necessità di dare soluzione alla storica vertenza degli Lpu/Lsu calabresi".

"I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Calabria - sottolinea la nota - hanno poi messo al centro della discussione la necessità di una riforma delle Politiche attive per il lavoro, in particolare portando a frutto la dote di 40 milioni di euro stanziata per il progetto Gol; la priorità di nuovi investimenti per il potenziamento dei Centri per l'impiego per non rischiare di disperdere i 70 milioni di euro stanziati per il loro rafforzamento, chiedendo un potenziamento delle politiche di formazione regionale".

"Al Presidente Occhiuto, infine - conclude la nota -, Cgil, Cisl e Uil Calabria hanno chiesto di dotare la Calabria di un Piano industriale che punti sul potenziamento delle Zes e sul governo dei processi di transizione energetica e ambientale sostenuti dal Pnrr". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertice con Occhiuto, i sindacati incassano due vittorie

ReggioToday è in caricamento