menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La droga sequestrata dai Carabinieri

La droga sequestrata dai Carabinieri

Sull'autocertificazione: "Esco per comprare la droga", 51enne arrestato dai carabinieri

I militari di Taurianova hanno stretto le manette ai polsi di Michele Carbone, di Rosarno, trovato in possesso di una busta con 24 grammi di cocaina pronta alla vendita

Nell’autocertificazione per giustificare gli spostamenti, obbligatoria per le restrizioni da Covid-19, aveva scritto che era uscito di casa per reperire della droga. Nei fatti non si trattava di una giustificazione fantasiosa. Michele Carbone, 51 anni di Rosarno, infatti, è stato arrestato dai carabinieri di Taurianova per il reato di detenzione ai fini di spacco di cocaina. 

Tentata breve fuga

carabinieri taurianova 1-3In particolare, durante le ordinarie attività perlustrative a Taurianova, militari della locale Sezione radiomobile (nella foto) hanno notato una autovettura che procedeva con andamento sospetto e quindi, considerato anche l’orario di spostamento inusuale per il periodo, hanno deciso di sottoporla a controllo. Alla vista della pattuglia l’uomo alla guida ha tentato un breve allontanamento, prontamente interrotto dai carabinieri, che riuscivano a bloccare la macchina.  

Trovato con droga e soldi in auto

Sottoposto a perquisizione personale e veicolare Michele Carbone è stato trovato in possesso di una busta in cellophane contenente circa 24 grammi di cocaina pronta alla vendita, nonché oltre 500 euro in contanti in banconote di vario taglio, verosimile frutto dell’attività illecita di spaccio. Durante il controllo, l’uomo ha anche tentato di liberarsi dell’involucro, gettandolo a terra, ma poi, prontamente notato, ha tentato di giustificarsi sostenendo fossero “solo” 20 grammi di cocaina.  

Sanzionato per le norme anti Covid

L’uomo, cui è stata anche notificata la sanzione amministrativa prevista dal decreto anti Covid-19 è stato quindi tratto in arresto in flagranza di reato per la detenzione ai fini di spaccio di cocaina e tradotto presso la casa circondariale di Palmi in attesa del giudizio di convalida. Il giudice del Tribunale di Palmi, all’esito dell’udienza, ha convalidato l’arresto e sottoposto Carbone alla custodia cautelare in carcere. 

Lotta serrata allo smercio di droga

L’intervento rientra nella più ampia e diffusa azione dei carabinieri reggini per prevenire e reprime i reati in materia di sostanze stupefacenti, attività ininterrotta nel particolare periodo come dimostrano i numerosi recenti arresti in tutta la provincia, soprattutto in considerazione che, persino la vendita al dettaglio, è primaria fonte di arricchimento della criminalità organizzata calabrese. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Costa degli Dei, le località d’incanto nel cuore della Calabria

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento