rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Il caso e le polemiche / Centro

Il Comune torna sui suoi passi: revocata la Ztl nel centro storico

L'Amministrazione comunale cede alle proteste di residenti ed esercenti e a poche ore dalla partenza dell'area pedonale e blocca il provvedimento

La Ztl nel centro storico non ci sarà. Non ha fatto in tempo a partire il contestatissimo assetto di area pedonale serale che il Comune di Reggio aveva lanciato come una bomba nella settimana di Ferragosto approvando una delibera di giunta il 29 luglio scorso senza alcuna condivisione con i rappresentanti dei commercianti e i comitati di cittadini.

Attaccato duramente dall'opposizione (prima i consiglieri di Forza Italia, poi l'Udc con il consigliere Mario Cardia e il commissario provinciale Paolo Ferrara), ma soprattutto dalle associazioni di categoria.

La fatidica giornata di oggi era iniziata in un clima da barricate. Il presidente cittadino di Confcommercio, Lorenzo Labate, aveva fatto sapere di aver ottenuto lo spostamento dell'orario dalle 20 alle 21 per dare la possibilità ai negozi di chiudere in tranquillità e non scoraggiare l'afflusso di clienti, che sarebbero stati costretti a scappare per evitare la multa. Intanto nelle strade interessate stamattina era calma piatta, senza l'ombra di segnaletica nè cartelli. E nel giro di poche ore è arrivata l'ufficialità della revoca dell'ordinanza. Si potrà continuare a circolare nelle vie minacciate dall'interdizione e sarà consentito anche ai ristoratori tenere tavoli e sedie in strada. 

La Ztl era stata contestata anche per la previsione di un pass con marca da bollo di costo di 16 euro riservato ai residenti e necessario per rientrare a casa attraversando le zone vietate (con pochissimo tempo, e in mezzo giorni festivi, per raccogliere la documentazione e mettersi in regola). In particolare Conferesercenti, con il presidente Claudio Aloisio, aveva criticato questa misura. Adesso la notizia della revoca è una vittoria di cittadini e esercenti, per una volta uniti contro un provvedimento che avrebbe danneggiato tutti.

"Sono state evitate inutili polemiche e scontri", dice in una nota Labate. "E' un segnale positivo da parte dell'Amministrazione che ha colto il senso positivo della nostra critica". Visto il risultato ottenuto, per il presidente reggino di Confcommercio non è adesso il tempo delle polemiche. "Inutile - commenta - adesso pensare alla genesi del provvedimento sulle Ztl. La cosa più importante, di fronte ad una criticità é non perseverare nell'errore ma cogliere in senso costruttivo della critica che viene posta e le ragioni alla base della stessa. Bel segnale da parte del Sindaco Brunetti, dell'assessore Martino con la quale siamo stati in costante contatto in questi giorni caldissimi e di tutta l'amministrazione".

"Il nostro obiettivo come associazione dei Commercianti non è contestare o attaccare, continua Labate. Tutt'altro. Vogliamo costruire e, nel momento in cui l'Amministrazione accoglie le ragioni e le istanze della Comunità riconoscendone la fondatezza e, cosa non semplice, torna indietro, cogliamo favorevolmente il segnale e non possiamo che dimostrare soddisfazione. Non faremo mancare il nostro supporto come già fatto in tutti questi mesi per programmare con l'Amministrazione iniziative condivise che vadano nella direzione di essere realmente di aiuto alle aziende e ai cittadini reggini".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune torna sui suoi passi: revocata la Ztl nel centro storico

ReggioToday è in caricamento