rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
L'incontro / Condofuri

Sos bergamotto, Cannizzaro: "L'impegno è dare ossigeno ai produttori"

Incontro dibattito a Condofuri Marina. Insieme al deputato, l’assessore Gallo, il direttore generale del dipartimento agricoltura, Giovinazzo e le organizzazioni di categoria

"L’impegno di governo e Regione è dare ossigeno ai produttori di bergamotto di Reggio Calabria e quindi salvaguardare la filiera. Il caldo torrido ha messo in ginocchio l’intero comparto... e noi istituzioni lo aiuteremo a rialzarsi".

A dirlo è Francesco Cannizzaro, vice capogruppo di Forza Italia alla Camera, intervenendo al partecipatissimo incontro-dibattito pubblico, tenutosi a Condofuri Marina, presso la sala del centro giovanile Rempicci. Insieme al deputato reggino, l’assessore regionale all’agricoltura, Gianluca Gallo, ed il direttore generale del Dipartimento agricoltura della Regione Calabria, Giacomo Giovinazzo.

Sono stati loro ad accogliere il grido disperato di coltivatori e imprenditori, affiancati da sindaci, amministratori locali e associazioni, che hanno avuto modo di cogliere la massima disponibilità del fronte istituzionale governo -Regione a dare il supporto necessario, con l’attivazione immediata di tutte le procedure necessarie al riconoscimento dello stato di emergenza o di calamità e quindi alla consequenziale concessione di ristori adeguati.

"Oltre alla presenza dei delegati di Anci Calabria e delle tante organizzazioni di categoria, Copagri, Confagricoltura, Coldiretti, Anpa liberi agricoltori, Confederazione italiana agricoltori e di qualche produttore, sono felice che il dibattito sia stato aperto alla popolazione, accorsa numerosissima – afferma Cannizzaro – e soprattutto sono soddisfatto del tenore del confronto, a tratti anche molto acceso.

Ma è questa la base della politica e del rapporto territorio-istituzioni. Capiamo perfettamente la disperazione di chi fa del bergamotto il proprio lavoro, il proprio guadagno, la propria vita. Un danno alla produzione pari a circa il 70% significa vedere sfumare i sacrifici e gli investimenti di un anno e anche più. Per questo, insieme all’amico Gianluca Gallo ed al direttore Giovinazzo, non abbiamo esitato a rispondere positivamente all’invito del territorio, che ha organizzato quella che poi è diventata una sorta di assemblea, rispondendo presente alle istanze che arrivano dal basso.

Motivo per cui ho subito coinvolto la Regione, già nelle settimane scorse – afferma il parlamentare – parlandone con l’assessore al ramo e con il presidente Roberto Occhiuto, per l’attivazione dei percorsi istituzionali di riconoscimento dei danni".

"Ci riteniamo molto soddisfatti di quanto fatto in poco tempo: la Città metropolitana ha già avviato le procedure di quantificazione del danno; la Regione ha messo in atto quanto di sua competenza; il governo è stato informato ed incalzato sulla questione. Infatti, abbiamo incassato la disponibilità del sottosegretario al ramo ad interessarsi della vicenda, con l’obiettivo di fare arrivare ossigeno a tutti i produttori e salvaguardare la filiera.

Presto avremo risposte. E vorrei ancora una volta sottolineare – conclude il deputato - la bella immagine della platea di ieri, con istituzioni, imprenditori, associazioni, tutti insieme a remare dalla stessa parte, portando avanti un’istanza che arriva dalla base, dal tessuto sociale-economico. Questa è democrazia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sos bergamotto, Cannizzaro: "L'impegno è dare ossigeno ai produttori"

ReggioToday è in caricamento