rotate-mobile
Le novità

Confcommercio mette in campo due strumenti per le imprese

L’intesa che riguarda il settore del credito a 360 gradi, fortemente voluta dal presidente Lorenzo Labate

Confcommercio Reggio Calabria mette in campo due nuovi strumenti rivolti sia alle imprese già attive sia le nuove realtà imprenditoriali: finanziamenti agevolati da 25 mila euro garantiti dal Fondo Pmi; Microcredito, fino a 50 mila euro, per avviare nuovi progetti imprenditoriali.

La possibilità di sfruttare questi nuovi percorsi per le aziende reggine è data, da un lato, dal potenziamento delle attività del Consorzio Fidi Confcommercio, dall’altro, dalla nuova importante collaborazione operativa avviata con l’Ente Nazionale per il Microcredito.

L’intesa che riguarda il settore del credito a 360 gradi, fortemente voluta dal presidente Confcommercio Lorenzo Labate e seguita nei passaggi operativi dal direttore generale Fabio Giubilo, dal referente territoriale Ente Nazionale Microcredito, Roberto Messina e dal direttore del Cofidi Giuseppe Calabrò, va nella direzione di offrire strumenti utili ad affrontare il momento di crisi, recuperando liquidità necessaria ed evitare che, disattendendo gli impegni economici correnti, si venga segnalati in un sistema che non consentirebbe di accedere ad aiuti finanziari in futuro.

Per il direttore del Cofidi Giuseppe Calabrò "il nuovo strumento di finanziamento consente alle aziende già esistenti e “bancabili” l’accesso facilitato a finanziamenti a partire 25 mila, con durata massima del prestito fino a 160 mesi e tassi vantaggiosi, controgarantiti fino al 90% dal Cofidi grazie allo specifico Fondo di Garanzia PMI.

Questa linea di finanziamento molto snella si affianca a strumenti finanziari più articolati, sempre gestiti dal Cofidi, di supporto alle imprese nell’accesso al credito a condizioni sostenibili e possibili sfruttando la piattaforma Mcc".

La nuova importante collaborazione con l’Ente Nazionale per il Microcredito e l’attivazione di un canale consulenziale dedicato è invece una strada utile a dare sostegno anche ai soggetti non bancabili, ossia alle nuove realtà o comunque a coloro che hanno difficoltà a rivolgersi alle normali istituzioni finanziarie, non potendo fornire le garanzie richieste.

Molto soddisfatto dell’intesa con l’associazione dei commercianti reggina,  Roberto Messina, referente territoriale Ente Nazionale Microcredito che ha dichiarato: "La partership va nella direzione di sostenere le nuove imprese, che non hanno lo “storico” normalmente richiesto dagli Istituti di credito, attraverso finanziamenti fino a 50 mila euro garantiti dall’apposito fondo statale fino al 90%.

Si tratta di una ulteriore spinta per dare sostegno all’imprenditoria locale giovanile, attraverso prodotti e servizi utili a favorire il diritto all’iniziativa economica delle persone e permettendo ai microimprenditori di generare reddito e diventare economicamente autonomi".

da sinistra Calabrò, Labate, Messina e Giubilo

Focus Microcredito

Chi può ottenere il finanziamento?

  • Lavoratori autonomi titolari di partita IVA da non più di 5 anni e con massimo cinque dipendenti;
  • Imprese individuali titolari di partita IVA da non più di 5 anni e con massimo cinque dipendenti;
  • Società di persone, società tra professionisti, s.r.l. semplificate e società cooperative, titolari di partita IVA da non più di 5 anni e con massimo 10 dipendenti.

Come si può utilizzare il finanziamento?

  • Acquisto di beni (incluse le materie prime necessarie alla produzione dei beni o servizi e le merci destinate alla vendita) o servizi connessi all'attività;
  • Pagamento di retribuzioni di nuovi dipendenti soci lavoratori;
  •  Sostenimento dei costi per corsi di formazione aziendale;
  • Ripristino capitale circolante;
  • Operazioni di liquidità;
  • No ristrutturazione del debito

Quali sono le caratteristiche del finanziamento di microcredito?

  • Mutuo chirografario
  •  Durata massima 84 mesi, incluso un eventuale periodo di preammortamento.
  • Importo max 40.000,00 euro, che possono diventare 50.000,00 euro se le ultime 6 rate pregresse sono state pagate in maniera puntuale e se lo sviluppo del progetto finanziato risulta in linea con il raggiungimento dei risultati previsti.
  •  Garanzia pubblica del Fondo di garanzia per le PMI (80% dell'importo finanziato); la Banca potrà richiedere ulteriori garanzie personali (non reali) solo relativamente alla parte non coperta dalla garanzia pubblica.

Finanziamento garantito dal Confidi

Chi può ottenere il finanziamento?

  • Tutti i titolari di partita iva 

Come si accede al fondo

Viene effettuata una analisi gratuita dei punti di forza e di debolezza dell'impresa, dei valori qualitativi e quantitativi, dei dati di bilancio al fine di presentare una pratica in banca garantita e con i migliori margini di accesso in termini di tasso e garanzie

Quali sono le caratteristiche del finanziamento

Possono accedere al finanziamento garantito fino al 90% tutte le aziende che superano la preanalisi gratuita beneficiando di affidamenti a revoca o mutui della durata massima di 15 anni, da euro 10.000,00 fino a 500.000 euro. Alcune linee di credito mirate danno risposta con accredito sul conto in 7 giorni lavorativi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confcommercio mette in campo due strumenti per le imprese

ReggioToday è in caricamento