Cronaca

Covid, in Calabria 104 casi con un minor numero di test: due i decessi

I dati giornalieri diffusi dal dipartimento Tutela della Salute. Due nuovi ingressi sia nelle terapie intensive, i pazienti sono in tutto 16, che in area medica (224). Calano gli isolati a domicilio. Ci sono 41 contagi nella provincia di Reggio Calabria e una vittima al Gom

Due decessi e 104 nuovi casi positivi in Calabria. Sono questi i dati giornalieri diffusi dal consueto bollettino regionale del dipartimento Tutela della salute. I contagi da Covid sono stati individuati dal personale sanitario a fronte di 1.333 tamponi fatti su 902 soggetti testati sul territorio. Le vittime, rispettivamente, una al Grande ospedalemetropolitano di Reggio Calabria, (si tratta di un uomo di 70 anni affetto da severe patologie concomitanti all’infezione), e Cosenza, aggiornano a 1.175 la lista delle persone decedute. 

I dati 

I positivi sono ad oggi 67.268, dopo 875.425 tamponi, (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test), mentre le persone negative sono in tutto 735.840. 

I casi nelle province

Tocca alla provincia di Reggio Calabria il numero più alto dei casi, nelle ultime 24 ore sono 48, seguita da Cosenza 46, Catanzaro 5, Vibo Valentia 4 e Crotone 1. Altra Regione o Stato estero 0. 

Due nuovi ingressi sia nelle terapie intensive, i pazienti sono in tutto 16, che in area medica (224). Calano gli isolati a domicilio (-119, 8.852) e i casi attivi (9.092). Aumentano quotidianamente i guariti (+217) con un complessivo di 57.001. 

I dati del bollettino nazionale

I dettagli 

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti, Reggio Calabria: casi attivi 1.022 (58 in reparto, 15 nel presidio di Gioia Tauro, 6 in terapia intensiva, 943 in isolamento domiciliare); casi chiusi 21.582 (21.263 guariti e 319 deceduti); Catanzaro: casi attivi 1.057 (24 in reparto AO, 5 al presidio di Lamezia, 6 al policlinico Mater Domini, 3 in terapia intensiva, 1.019 in isolamento domiciliare); casi chiusi 8.939 (8.800 guariti e 139 deceduti); Cosenza: casi attivi 6.457 (62 in reparto AO, 14 nel presidio di Rossano, 8 ad Acri, 2 in quello di Cetraro, 0 all'ospedale da campo, 7 in terapia intensiva, 6.359 in isolamento domiciliare); casi chiusi 15.965 (15.432 guariti e 533 deceduti); Crotone: casi attivi: 293 (20 in reparto e 273 in isolamento domiciliare; casi chiusi: 6.131 (6.037 guariti e 94 deceduti); Vibo Valentia: casi attivi 201 (5 in reparto e 196 in isolamento domiciliare; casi chiusi 5.217 (5.127 guariti e 90 deceduti). Altra Regione o Stato estero: casi attivi 62 in isolamento domiciliare; casi chiusi 342 (342 guariti). 

La campagna vaccinale al Gom

Le dosi di vaccino somministrate al personale e agli utenti per i quali è stato autorizzato sono 52.874 (249 nella giornata di ieri).Di queste, 33.187 sono prime dosi, 19.687 sono, invece, seconde dosi. Il dato è aggiornato a ieri.

Casi attualmente positivi, ricoveri e vaccinazioni: i dati della Fondazione Gimbe 

Dati ancora positivi per quanto riguarda la diffusione del Covid in Calabria. Nella settimana dal 26 maggio al 1 giugno, secondo quanto riporta il monitoraggio della Fondazione Gimbe, si evidenzia una performance in miglioramento sui casi attualmente positivi per 100 mila abitanti e risultano in diminuzione i nuovi casi rispetto alla settimana precedente. Sotto soglia di saturazione, sempre secondo il monitoraggio, i posti letto in area medica e terapia intensiva occupati da pazienti Covid 19.

Dal rapporto emerge che la media giornaliera di persone testate per 100 mila abitanti nel periodo 12 maggio-1 giugno, è pari a 130, non molto distante dalla media italiana che è pari a 120. Sulle vaccinazioni, invece, la percentuale di popolazione con ciclo completo è pari al 20%, a cui aggiungere un ulteriore 18,5% solo con prima dose. La percentuale di over 80 con ciclo completo è del 70,9% a cui aggiungere un ulteriore 8,5% solo con prima dose. La fascia d'età 70-79 anni con ciclo completo è pari al 41,1% a cui aggiungere un ulteriore 35,3% solo con prima dose mentre la percentuale di popolazione della fascia d'età 60-69 anni con ciclo completo è pari al 30,3% a cui si deve aggiungere un ulteriore 35,7% solo con prima dose.

Note dalla Regione

"Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile".

Che cosa si può fare in zona gialla

Ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all'aperto. Al chiuso dal 1 giugno e solo a pranzo. Sì a sport all’aperto, anche di squadra e di contatto, ma senza poter utilizzare gli spogliatoi. Palestre l'1 giugno. Riaprono musei, cinema, teatri e live club ma con limitazioni di spazio. Fino al 15 giugno un solo spostamento una volta al giorno verso un'abitazione privata, in un massimo di 4 persone. Scuole aperte, superiori in presenza almeno al 70%. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, in Calabria 104 casi con un minor numero di test: due i decessi

ReggioToday è in caricamento