Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus, crollano i casi positivi in Calabria: accertati 57 contagi e 2 morti

Stabili le terapie intensive mentre calano i dati in area medica, gli isolati a domicilio e i casi attivi. Tra ieri e oggi è sempre la provincia di Reggio Calabria ad avere il numero più alto di positivi con 50 contagi

Netto crollo dei casi positivi in Calabria. Come ogni inizio settimana, a fronte anche di un minor numero di test effettuati sul territorio, 1.284 tamponi su 1.206 soggetti testati, sono stati accertati 57 nuovi contagi e registrati due morti, rispettivamente a Cosenza e Catanzaro che portano a 1.167 il totale delle persone decedute. E' quanto comunica il consueto bollettino regionale tutela della salute sull'andamento della pandemia.

I dati 

I positivi sono ad oggi 66.932, dopo 867.513 tamponi, (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test), mentre le persone negative sono in tutto 730.590. 

I casi nelle province

Tra ieri e oggi è sempre la provincia di Reggio Calabria ad avere il numero più alto di casi con 50 contagi, seguita da Cosenza 7, Catanzaro 0, Vibo Valentia 0 e Crotone 0. Altra Regione o Stato estero 0. 

Stabili le terapie intensive, i pazienti ricoverati sono in tutto 17. Calano i dati in area medica (-3, 240), gli isolati a domicilio (-258, 9.481) e i casi attivi (9.738). Crescono i guariti (+316) con un complessivo di 56.027. 

I dati del bollettino nazionale

I dettagli 

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti, Reggio  Calabria: casi attivi 1.141 (61 in reparto, 16 nel presidio di Gioia Tauro, 7 in terapia intensiva, 1.057 in isolamento domiciliare); casi chiusi 21.362 (21.046 guariti e 316 deceduti); Catanzaro: casi attivi 1.146 (25 in reparto AO, 6 al presidio di Lamezia, 7 al policlinico Mater Domini, 4 in terapia intensiva, 1.104 in isolamento domiciliare); casi chiusi 8.800 (8.662 guariti e 138 deceduti); Cosenza: casi attivi 6.744 (67 in reparto AO, 16 nel presidio di Rossano, 7 ad Acri, 3 in quello di Cetraro, 0 all'ospedale da campo, 6 in terapia intensiva, 6.641 in isolamento domiciliare); casi chiusi 15.552 (15.023 guariti e 529 deceduti); Crotone: casi attivi: 442 (20 in reparto e 422 in isolamento domiciliare; casi chiusi: 5.962 (5.868 guariti e 94 deceduti); Vibo Valentia: casi attivi 206 (8 in reparto e 198 in isolamento domiciliare; casi chiusi 5.176 (5.086 guariti e 90 deceduti). Altra Regione o Stato estero: casi attivi 59 in isolamento domiciliare; casi chiusi 342 (342 guariti). 

Note dalla Regione

"Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile".

Che cosa si può fare in zona gialla

Ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all'aperto. Al chiuso dal 1 giugno e solo a pranzo. Sì a sport all’aperto, anche di squadra e di contatto, ma senza poter utilizzare gli spogliatoi. Piscine dal 15 maggio, palestre l'1 giugno. Riaprono musei, cinema, teatri e live club ma con limitazioni di spazio. Fino al 15 giugno un solo spostamento una volta al giorno verso un'abitazione privata, in un massimo di 4 persone. Scuole aperte, superiori in presenza almeno al 70%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, crollano i casi positivi in Calabria: accertati 57 contagi e 2 morti

ReggioToday è in caricamento