Cronaca

Coronavirus, restano alti i contagi in Calabria: 500 nuovi casi positivi e ci sono altri sei morti

I dati aggiornati del bollettino regionale Tutela della Salute. Si stabilizza il dato dei ricoveri (50) in terapia intensiva, mentre è in aumento il numero dei degenti (+2) in area medica (455). Nella provincia di Reggio Calabria accertati 158 contagi e due vittime al Grande ospedale metropolitano

Restano ancora alti i contagi da Covid in Calabria. Il personale sanitario, nel weekend, ha individuato altri 500 casi positivi dopo aver eseguito 3.705 tamponi su 3.365 soggetti testati. Il nemico invisibile, come già avvenuto ieri, fa purtroppo altre sei vittime: rispettivamente tre a Reggio Calabria e Cosenza che allungano a 938 il bilancio dei decessi dall'inizio dell'emergenza sanitaria.

I positivi raggiungono un complessivo di 54.989, dopo 727.064 tamponi, (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test), mentre le persone negative sono in tutto 624.442. Questo l'aggiornamento quotidiano diffuso dal bollettino regionale del dipartimento Tutela della Salute.

In serata, la direzione aziendale del Grande ospedale metropolitano ha comunicato, attraverso il cosnueto report giornaliero, la morte di due donne di 88 e 79 anni, entrambe affette da altre patologie concomitanti all'infezione.

I casi nelle province

Sempre in testa tra le città calabresi, la provincia di Cosenza con 242 contagi, seguita da Reggio Calabria 158, Catanzaro 50, Crotone 42 e Vibo Valentia 8. Altra Regione o Stato estero 0. 

Si stabilizza il dato dei ricoveri (50) in terapia intensiva, mentre è in aumento il numero dei degenti (+2) in area medica (455), quello degli isolati a domicilio (+374, 13.563) e i casi attivi (14.068); i guariti sono in tutto 39.983 con 118 nuove guarigioni. 

I dati del bollettino nazionale

I dettagli 

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti, Reggio Calabria: casi attivi 2.099 (105 in reparto, 27 nel presidio di Gioia Tauro, 11 in terapia intensiva, 1.956 in isolamento domiciliare); casi chiusi 16.746 (16.480 guariti e 266 deceduti); Catanzaro: casi attivi 3.013 (55 in reparto AO, 11 al presidio di Lamezia, 19 al policlinico Mater Domini, 18 in terapia intensiva, 2.910 in isolamento domiciliare); casi chiusi 5.130 (5.020 guariti e 110 deceduti); Cosenza: casi attivi 7.333 (109 in reparto AO, 34 nel presidio di Rossano, 17 ad Acri, 30 in quello di Cetraro, 0 all'ospedale da campo, 17 in terapia intensiva, 7.122 in isolamento domiciliare); casi chiusi 10.630 (10.204 guariti e 426 deceduti); Crotone: casi attivi: 1.134 (32 in reparto e 1.102 in isolamento domiciliare; casi chiusi: 3.845 (3.785 guariti e 60 deceduti); Vibo Valentia: casi attivi 422 (16 in reparto e 406 in isolamento domiciliare; casi chiusi 4.261 (4.185 guariti e 76 deceduti). Altra Regione o Stato estero: casi attivi 67 in isolamento domiciliare; casi chiusi 309 (309 guariti). 

La campagna vaccinale: i dati del Gom

Le dosi di vaccino somministrate al personale e agli utenti per i quali è stato autorizzato sono 18.919 (455 nella giornata di ieri). Di queste, 13.015 sono prime dosi, 5.904 sono, invece, seconde dosi. Il dato, secondo quanto comunica la direzione aziendale del nosocomio, è aggiornato a ieri. 

Note dalla Regione

"Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile".

Che cosa si può fare in zona arancione

Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 ma con autocertificazione; sarà vietato uscire dal proprio comune. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, consentito l'asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, restano alti i contagi in Calabria: 500 nuovi casi positivi e ci sono altri sei morti

ReggioToday è in caricamento