menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Governo ha deciso: da lunedì Calabria in arancione e a Pasqua zona rossa nazionale

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge con la nuova stretta anti Covid. Dal 15 marzo le aree gialle passano al livello di guardia successivo. Pasqua blindata in tutta italia

La Calabria torna in arancione. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, firmerà le nuove ordinanze che entreranno in vigore a partire da lunedì 15 marzo. Passano in area rossa le regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Veneto e la Provincia autonoma di Trento che si aggiungono a Campania e Molise che restano in area rossa.  

Tutte le altre saranno in area arancione per gli effetti del decreto legge 12 marzo 2021 approvato oggi dal Consiglio dei ministri. La sola Sardegna resta in area bianca. È in corso una verifica sui dati della Basilicata.

Le zone gialle, arancioni e rosse fino a domenica 14 marzo

Zona rossa: Campania, Basilicata e Molise.
Zona arancione: Lombardia*, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Abruzzo, Emilia Romagna**, Marche***, Piemonte, Umbria, Toscana e le province autonome di Bolzano e Trento.
Zona gialla: Liguria, Lazio, Calabria, Puglia, Sicilia e Valle d'Aosta.
Zona bianca: Sardegna.

* Lombardia in area arancione rafforzato per decisione della Regione
** Romagna in rosso come Bologna e Modena
*** Solo la provincia di Ascoli in arancione, il resto rosso 

Le zone arancioni e rosse da lunedì 15 marzo e fino al 6 aprile

Zona rossa: Campania, Basilicata e Molise, cui si aggiungono Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Marche, Lazio, Puglia
Zona arancione: Abruzzo, Umbria, Valle d'Aosta, Liguria, Toscana, Calabria, Sicilia
Zona bianca: Sardegna.

colori regioni italia dal 15 marzo e fino al 6 aprile-5-2

La nuova stretta del Consiglio dei ministri

Ricordiamo che il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge con la nuova stretta anti Covid per arginare l'aumento dei contagi e dei ricoveri ospedalieri, per cui:

  • tutte le regioni in area gialla passano in arancione a partire da lunedì 15 marzo e fino al 6 aprile;
  • dal 3 al 5 aprile tutta Italia sarà in zona rossa ad eccezione di eventuali regioni in zona bianca. Sarà possibile spostarsi verso una sola abitazione privata una volta al giorno in ambito regionale;
  • dal 15 marzo e fino al 6 aprile consentito, in ambito comunale, lo spostamento verso una sola abitazione una volta al giorno a due persone con minori di 14 anni. Ovviamente vale per le regioni non in zona rossa dove gli spostamenti sono concessi solo in caso di necessità (e salvo la deroga per il weekend di Pasqua);

automatico il passaggio in area rossa le regioni o i singoli territori con incidenza settimanale superiore a 250 casi ogni 100mila abitanti.

Che cosa si può fare in zona arancione

Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 ma con autocertificazione; sarà vietato uscire dal proprio comune. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, consentito l'asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

Fondazione Gimbe: dati in peggioramento in Calabria

Pasqua blindata

Dal 3 al 5 aprile tutta Italia sarà zona rossa, compresi quindi i giorni di Pasqua e Pasquetta, per arginare l'aumento dei contagi e dei ricoveri ospedalieri, ad eccezione di eventuali regioni in zona bianca. Dopo la riunione di oggi con regioni ed enti locali, il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge con la nuova stretta anti covid: sarà una Pasqua in rosso per gli italiani, sul "modello Natale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento