rotate-mobile
Cronaca

"Hotel in disuso trasformato in casa di riposo abusiva": due denunce e struttura sotto chiave

Controlli dei carabinieri del Nas di Reggio Calabria. I 27 anziani ospiti, risultati negativi al tampone Covid, sono stati affidati ai familiari. Deferiti il titolare e una seconda persona per esercizio abusivo della professione medica e infermieristica

Aveva realizzato nel Reggino, all’interno di un hotel in disuso da decenni, una casa di riposo per anziani, "completamente abusiva, sconosciuta all’autorità sanitaria e amministrativa senza qualsiasi assistenza medico-infermieristica". A finire nei guai, come riporta una nota pubblicata sul sito del ministero della Salute, una persona già conosciuta dalle forze dell'ordine.

"I 27 anziani ospiti - si legge ancora sul sito - sottoposti al tampone Covid-19 e risultati poi tutti negativi, sono stati affidati ai rispettivi familiari". L’intero immobile, del valore di un milione di euro, è finito sotto sequestro. Oltre al titolare della struttura, denunciato per abbandono di persone incapaci, è stata deferita anche un'altra persona per esercizio abusivo della professione medica e infermieristica. 

I controlli effettuati dal Nas dell'Arma sono finalizzati alla verifica del rispetto delle norme per il contrasto alla diffusione del contagio da Coronavirus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Hotel in disuso trasformato in casa di riposo abusiva": due denunce e struttura sotto chiave

ReggioToday è in caricamento