rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca

Cinque milioni di euro per ridurre il divario digitale e favorire la didattica a distanza

E' questo lo stanziamento previsto dalla giunta regionale, su proposta dell'assessore Sandra Savaglio, per consentire agli studenti più in difficoltà di poter seguire le lezioni in tempo di Coronavirus

Cinque milioni di euro per recuperare il divario digitale di cui soffre una buona parte delle famiglie calabresi. E’ questa la cifra che la Regione Calabria ha deciso di stanziare, ricavandola da una riprogrammazione dei fondi comunitari, per l’acquisto di personal computer, tablet e relativi accessori, compresi software e ausilii, sussidi didattici, traffico dati internet, indispensabili per lo svolgimento della didattica a distanza. 

Didattica a distanza

Savaglio Sandra-2Il provvedimento regionale non dimentica di sostenere l’apprendimento anche per gli studenti disabili o per coloro che sono affetti da disturbi dell’apprendimento, “al fine di garantire a ciascuno pari opportunità di accesso all’attività didattica a distanza”. La decisione è stata assunta dalla giunta regionale su proposta dell’assessore all’istruzione, Sandra Savaglio e dal governatore, Jole Santelli che, la scorsa settimana, aveva annunciato l'intenzione di consegnare 25 mila tablet agli studenti calabresi. 

Le disposizioni ai dipartimenti

La giunta regione, guidata dal presidente Jole Santelli, ha stabilito di dare indirizzo ai dipartimenti “Istruzione e attività culturali” e “Programmazione comunitaria”, ciascuno per la parte di competenza, di: procedere alla integrazione/riprogrammazione dei programmi comunitari per allocare risorse sulla misura di cui trattasi; definire criteri, modalità e procedure per l’attuazione della misura, prevedendo eventualmente anche il ricorso ad enti in house e, infine, definire modalità, criteri e tempistica per l’accesso al beneficio da parte degli aventi diritto sulla base dei requisiti che dovranno tenere conto prioritariamente della condizione economica e sociale, della marginalità territoriale e dell’eventuale stato di disabilità degli studenti.

"Una misura straordinaria"

Il tutto per dare corso, in tempi brevi, a quella che viene definita “l’adozione di una misura straordinaria e urgente avente carattere prioritario al fine di dotare gli studenti calabresi, frequentanti le scuole primarie, secondarie di I e di II grado statali, per tutta la durata del corso di studi, dei sotto elencati strumenti e attrezzature informatiche compatibili con gli applicativi e/o piattaforme ministeriali”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque milioni di euro per ridurre il divario digitale e favorire la didattica a distanza

ReggioToday è in caricamento