Il Covid spegne un'altra vita al Grande ospedale metropolitano: scoperti altri 8 casi positivi

Si tratta di un uomo di 80 anni, affetto da altre severe patologie concomitanti all'infezione. Sono in tutto 125 i pazienti ricoverati in ospedale: 51 si trovano in malattie infettive, 42 in pneumologia, 22 in medicina d'urgenza e 10 in terapia intensiva

La lista dei pazienti deceduti al Grande ospedale metropolitano sale, nell'arco delle 24 ore e dall'inizio della pandemia, a 34. Il Covid ha spento la vita di un uomo di 80 anni, affetto, come spiega il report della direzione aziendale del Gom, "da severe patologie concomitanti all'infezione".    

Il personale sanitario ha sottoposto 352 persone allo screening. Otto di queste sono risultate positive al test. In seguito poi a 30 ricoveri, un trasferimento in terapia intensiva e 2 dimissioni, sono in tutto 125 i pazienti ricoverati in ospedale: 51 si trovano in malattie infettive, 42 in pneumologia, 22 in medicina d'urgenza e 10 in terapia intensiva. I degenti finora accolti dal Gom sono 285 (di questi, 6 hanno avuto un doppio ricovero per un totale di 291) mentre i clinicamente guariti sono 126.

"Il forte incremento dei pazienti - si legge ancoraenl bollettino - è dovuto anche alla trasformazione dell'Osservazione breve Covid in un reparto di medicina d'urgenza Covid. I pazienti in osservazione sono in attesa di essere inviati a domicilio o al ricovero e, pertanto, non possono essere computati tra i ricoveri. I pazienti che negli ultimi giorni sono stati in Osservazione breve e che sono stati definitivamente ricoverati sono, appunto, in medicina d'urgenza Covid".

Le raccomandazioni

La direzione aziendale del Gom raccomanda, "specie in questo momento di grave emergenza, il rispetto delle misure di prevenzione del contagio, in particolare si ricorda di rispettare la distanza interpersonale nonché di tenere comportamenti sociali responsabili a tutela della salute di tutti. Per la prevenzione ed il monitoraggio del contagio è fortemente raccomandato utilizzare l'app "Immuni", promossa dal ministero della Salute. Per informazioni o in caso di sintomi sospetti contattare il numero Verde 1500 ministeriale e il numero Verde 800 76 76 76 della Regione Calabria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Qualità della vita, Reggio Calabria scala la classifica e conquista il 78esimo posto

  • Il maltempo si abbatte su Reggio Calabria: tornano in scena disagi e allagamenti

  • Maltempo, Reggio sott'acqua dopo il nubifragio: il sindaco invita a stare in casa

  • Maltempo, il vento soffia su Reggio: albero si abbatte nel parcheggio del Cedir

  • Nuovo Dpcm Natale, spostamenti tra regioni vietati e coprifuoco alle 22: a rischio il cenone

  • Nella notte è scattata l'operazione "Fox", giro di vite alla macellazione senza controlli

Torna su
ReggioToday è in caricamento