Mascherine "made in Reggio Calabria", create da aziende reggine e distribuite ai cittadini

Molte attività del territorio hanno convertito la loro linea di produzione. I dispositivi di protezione saranno distribuiti alla popolazione seguendo criteri di priorità

Giuseppe Falcomatà

Sono arrivate in città le prime mascherine chirurgiche made in Reggio Calabria. I dispositivi di protezione, presentati dal sindaco Giuseppe Falcomatà, durante la consueta diretta Facebook per gli aggiornamenti dell'emergenza Covid-19, hanno una duplice funzione "il sostegno all’economia locale e la salvaguardia della salute pubblica, misure che vanno a braccetto al tempo del Coronavirus".

"Presto - ha ribadito il primo cittadino metropolitano - le distribuiremo alla popolazione seguendo criteri di priorità per le categorie più esposte al contagio, per le persone indigenti e per chiunque abbia difficoltà a reperirle".

"Questi prodotti di protezione individuale – ha aggiunto Falcomatà – non solo rispondono alle regole imposte dal ministero della Salute e dal Governo, ma hanno un ulteriore elemento di qualità: sono realizzate interamente da aziende del territorio che stanno convertendo la loro linea di produzione. Dunque, possono considerarsi made in Reggio Calabria al 100%".

Per il sindaco si tratta di "un’ottima notizia perché, molte società, stanno iniziando ad ampliare, se non a modificare del tutto, le proprie linee produttive consentendo alla Città metropolitana, ai Comuni ed a chiunque voglia acquistare prodotti conformi alle norme, di poter contribuire al sostegno delle attività del territorio, le più colpite –
insieme alle famiglie – dall’emergenza sanitaria in corso sotto il profilo economico".

"Ce l’eravamo detti un paio di settimane fa", ha ricordato il sindaco, rivolgendosi ai cittadini, aggiungendo: "Dobbiamo fare di tutto per risolvere problema traendo opportunità da una crisi mai così devastante. Le aziende reggine stanno dando una mano alla cittadinanza e le istituzioni hanno il dovere di rispondere con puntualità ed efficienza. Siamo una grande comunità e, così facendo, lo stiamo ampiamente dimostrando".

"E’ in momenti come questi – ha concluso il sindaco- che deve uscire fuori la creatività di ognuno di noi che, accompagnata al sostegno delle istituzioni, deve essere la leva sulla quale poggiare i nostri entusiasmi e le nostre certezze per un rilancio futuro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle mascherine “made in Reggio Calabria”, dunque, arriva un doppio segnale di speranza: si argina il rischio di contagio e, al tempo stesso, si offre la possibilità di salvaguardare ed incentivare il tessuto economico e produttivo della nostra città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo Italo sui binari di Reggio arriva anche il Frecciarossa: il plauso del presidente Santelli

  • Riemergono da acque Stretto i fasti di Reggio, trovata ancora a 154 metri di profondità

  • Movida, assembramenti e rischio Covid: il questore chiude un bar del centro per 5 giorni

  • Fiamme gialle rompono una "Catena di Sant'Antonio" truffaldina: scatta sequestro

  • Sigilli della Squadra mobile a bar e aziende riconducibili alle cosche Rosmini e Zindato

  • La "scuola mafiosa" di Peppe Crisalli al figlio: "Quando si picchia, si picchia subito"

Torna su
ReggioToday è in caricamento