menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini, Di Natale: "Dalla Giunta Regionale solo annunci ma nessuna accelerazione”

L’opinione del consigliere: “Non hanno contezza della realtà. Personale scolastico al palo. Significativo il silenzio della maggioranza sulle dosi somministrate sotto la voce 'Altro'

"Sebbene non sia, assolutamente, mia intenzione generare polemiche, tanto inutili quanto inopportune, sento il dovere di tutelare i cittadini calabresi che assistono sconcertati ad una gestione fallimentare delle vaccinazioni in Calabria nonostante gli sterili annunci della Giunta Regionale che non mascherano più lentezza, disagi e ritardi.” Lo dichiara Graziano Di Natale, segretario-questore
dell'assemblea regionale della calabria, chiedendo “la convocazione della commissione speciale di vigilanza" in merito alla delicata situazione vaccini.

Questione che necessita anche la visione di alcuni dati indicativi che lo stesso esponente regionale prende così in considerazione: “I numeri, inappellabili, restano bassi e attestano alla nostra regione un 79,3% (dati di sabato 3 aprile, ndr) abbastanza distante dalla media nazionale dell’87,7%.

Di Natale Graziano-2Ci sono ancora alcuni ritardi – prosegue Di Natale (nella foto) - nella somministrazione delle dosi agli over ottanta. Molti anziani, circa 87 mila, sono in attesa della seconda dose, e di certo non per colpe da attribuire alle amministrazioni comunali. Inoltre, il dato è ancor più impietoso per quanto riguarda il personale scolastico. Sono 18.446 gli operatori vaccinati, pari al 39,80%, mentre sono circa ventisette mila gli addetti ai lavori in attesa addirittura della prima fiala. Sono numeri impietosi che devono far riflettere. Voglio sperare che il centrodestra abbia compreso l'importanza del mondo scolastico".

Altro punto all’ordine del giorno sulla situazione vaccini riguarda lo “strano caso, già denunciato, delle migliaia di fiale inoculate in Calabria sotto la voce Altro”. A riguardo il vicepresidente della commissione regionale contro la ‘ndrangheta ribadisce: "Dopo le mie denunce qualcuno dalla maggioranza di Governo ha esortato a non strumentalizzare ma, mio malgrado, ad oggi nessuno ha scacciato queste pericolose zone d'ombra preferendo il silenzio. Non sta a me giudicare il reale stato delle cose ma, conscio del mio ruolo istituzionale, pretendo di conoscere a chi sono state somministrate realmente le dosi, e poco mi interessano alcune posizioni politiche interne del centrodestra, perché sui vaccini nessuno deve permettersi di fare campagna elettorale.”

Concludendo il suo intervento, il consigliere regionale chiede “la convocazione della commissione speciale di Vigilanza. È urgente conoscere la verità. Voglio verificare che siano stati rispettati o meno i criteri. Alla giunta regionale chiedo trasparenza perché non sarà concesso loro di fare melina su una vicenda torbida, sulla quale andrò fino in fondo. Qualora le mie richieste ufficiali non riceveranno risposte adeguate, sono pronto ad azioni eclatanti. Sulla salute dei calabresi non concedo sconti a nessuno.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento